Rimini

Sottopasso via Mazzini e parcheggio Apollonia, arrivano gli espropri

Pubblicati dal Comune i progetti con i relativi proprietari catastali. C'è tempo fino al 5 marzo per presentare eventuali osservazioni

Rimini Nord
| Altro
N. Commenti 0

24/gennaio/2018 - h. 17.10

RIMINI - Partono le procedure d'esproprio legate ai progetto comunali per la riqualificazione urbana ed ambientale e il recupero delle vocazioni identitarie dei luoghi dell’area turistica di Rimini Nord e per la messa in sicurezza con alleggerimento del traffico urbano sulla Statale Adriatica, sempre nell'area Nord della città. A comunicarlo è il Comune stesso che ricorda ai cittadini che fino al 12 febbraio sono visibili, depositati presso l’Ufficio per le Espropriazioni in via Rosaspina 7, gli elaborati tecnici relativi alle due opere,  comprensivi di allegati che individuano i beni occorrenti alla loro realizzazione ed i relativi proprietari catastali. Il progetto di riqualificazione urbana di Rimini Nord riguarda la realizzazione del sottopasso ferroviario di via Mazzini e dell’area parcheggio di via Apollonia angolo via Gaza, nonché la risistemazione del parcheggio Foglino. I proprietari dei beni interessati, entro il termine di 20 giorni decorrenti dalla data di ricevimento dell’avviso, possono prendere visione degli atti depositati e, negli ulteriori 20 giorni, possono presentare osservazioni scritte all’Ufficio per le Espropriazioni. Decorsi tali termini, verrà approvato il progetto definitivo che comporterà la dichiarazione di Pubblica Utilità dell’opera. In tale atto il Comune provvederà a rispondere alle eventuali osservazioni presentate. Chi non fosse proprietario, ma dalla dichiarazione di pubblica utilità dell’opera in argomento, ricevesse un pregiudizio diretto, può presentare osservazioni scritte al medesimo Ufficio per le Espropriazioni dal 12/02/2018 al 05/03/2018, indicando la pratica di riferimento n. 2018-023-55. Il secondo progetto riguarda invece il potenziamento dell’asse viario Mazzini, Caprara, Serpieri, Domeniconi e collegamento con la viabilità a monte della ferrovia (pratica di riferimento n. 2018-023-55A). Per informazioni tel. 0541/704901.