Rimini

Al Fellini più di 300mila passeggeri, aumento del 26%

Il bilancio 2017 diffuso da AiRiminum: lo scalo romagnolo è il 9° aeroporto italiano per traffico Extra EU, fatturato oltre i 9 milioni

aeroporto
| Altro
N. Commenti 0

30/gennaio/2018 - h. 15.52

RIMINI - AIRiminum 2014 S.p.A., società di gestione dell’Aeroporto Internazionale di Rimini e San Marino “Federico Fellini”, comunica che nel corso del 2017, con riferimento all’aviazione commerciale, si è registrato un numero di passeggeri pari a 301.575 (facendo registrare una crescita del +26,4% rispetto al 2016) con un numero di movimenti pari a 1.980 (corrispondente ad un decremento del -5,9% rispetto al 2016). Nel 2017 il portafoglio passeggeri commerciali si compone di 167.147 passeggeri provenienti con voli di linea (pari al 55,4% del portafoglio complessivo) e 134.428 passeggeri provenienti con voli charter (pari al 44,6% del portafoglio complessivo). I passeggeri provenienti da paesi EU sono pari a 37.526 (pari al 14,2% del portafoglio complessivo), mentre quelli provenienti da aree Extra EU sono 263.391 (circa l’87,3% del portafoglio complessivo). Con riferimento a questo pregiato mercato, l’aeroporto Federico Fellini si posiziona al 9° posto tra gli aeroporti italiani. I due principali Paesi di provenienza sono stati la Russia con 218.388 passeggeri (pari al 72,4% del portafoglio complessivo) e l’Albania con 34.168 passeggeri (pari all’11,3% del portafoglio complessivo). L’aviazione generale, invece, ha registrato nel corso dei 12 mesi del 2017 un numero di movimenti pari a 2.052 (+12,0% rispetto all’anno precedente) e un numero di passeggeri pari a 4.001 (+37,8% rispetto all’anno precedente). Nel 2017 il fatturato complessivo del Gruppo AIRiminum è stato pari a EUR 9.326.382 (+83,9% rispetto al 2016), ripartito nel seguente modo: 64,2% per le attività aviation, con EUR 5.988.944 (+47,7% rispetto al 2016); 35,8% per le attività non aviation, con EUR 3.337.438 (+227,8% rispetto al 2016). Allo stesso tempo, nella giornata del 29 gennaio, è giunta la notifica di ENAC dell’avvenuta registrazione presso i competenti Organi di controllo del decreto interministeriale n. 549 del 28.11.2017 approvativo dell’affidamento in concessione della gestione totale dell’aeroporto di Rimini alla società AIRiminum 2014 S.p.A. In sostanza, è stata approvata dal Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti di concerto con il Ministro dell’Economia e delle Finanze, la concessione della gestione totale dell’aeroporto di Rimini Miramare ad AIRiminum 2014, ai sensi dell’art. 704 del Codice della Navigazione. La durata dell’affidamento è determinata in anni trenta decorrenti dalla data del decreto. “Oggi finalmente - dichiara Leonardo Corbucci, amministratore delegato di AIRiminum - si completa una prima e articolata fase che risulterà determinante per il successo futuro dell’aeroporto di Rimini Miramare. Il raggiungimento di questo importante traguardo è il risultato di un grande gioco di squadra e per questo, prima dei meritati festeggiamenti, vorrei personalmente ringraziare il Governo Italiano ed ENAC, la Presidente Laura Fincato, i dipendenti e i consulenti del Gruppo AIRiminum, i miei amici azionisti, il Consiglio di Amministrazione e il Collegio sindacale, i vari enti che ogni giorno ci permettono di poter lavorare (Polizia di frontiera, Dogana, Finanza, Vigili del Fuoco e ENAV), le istituzioni locali e i tanti soggetti del territorio che fin dall’inizio hanno salutato con simpatia la riapertura dell’aeroporto da parte di AIRiminum e che, comprendendo il difficile compito e l’importanza fondamentale dell’infrastruttura per lo sviluppo del turismo e dell’economia locale, ci sono stati vicini. Il percorso già avviato per collocare l’aeroporto nella posizione che merita, potendo disporre ora dei titoli e degli strumenti adeguati, evidentemente sarà più agevole. Ritengo si sia già fatto molto, ma tutti insieme possiamo certamente fare di più”.