Rimini

Il Fellini all'attacco di Ancona: presentato un ricorso contro l'aiuto della Regione Marche

L'ente marchigiano concederebbe 20 milioni al suo aeroporto per non farlo fallire ma per la società romagnola si configura un aiuto di Stato non regolare

Il Fellini all'attacco di Ancona: presentato un ricorso contro l'aiuto della Regione Marche
| Altro
N. Commenti 0

05/febbraio/2018 - h. 19.00

Venerdì scorso AIRiminum 2014 S.p.A., società che gestisce l’Aeroporto Fellini di Rimini, ha depositato una circostanziata denuncia presso la Commissione Europea, tesa a far valere l’incompatibilità dell’aiuto di Stato per un valore di oltre 20 milioni di euro, che la Regione Marche intenderebbe erogare ad Aerdorica S.p.A., gestore dell’Aeroporto delle Marche, per scongiurarne il fallimento e tentare di ristrutturare un’esposizione debitoria di oltre 40 milioni di euro con soldi dei contribuenti italiani.
In sostanza, AIRiminum ha rimarcato come – visto il rapporto di diretta concorrenza tra i due aeroporti – l’erogazione dell’aiuto determinerebbe una inaccettabile alterazione del confronto competitivo tra l’Aeroporto di Rimini e quello di Ancona, che non trova alcuna giustificazione nelle norme di diritto europeo.
Leonardo Corbucci, Amministrazione Delegato di AIRiminum 2014, ha evidenziato la necessità di tale iniziativa, per tutelare la sua società che ha investito e sta pianificando di investire nei prossimi 4 anni ingenti somme per il rilancio a tutti i livelli dell’Aeroporto di Rimini. “Per questo motivo” – dichiara Corbucci – “ho deciso di rivolgermi allo studio legale Nctm (che vanta oltre 250 professionisti, di cui 57 soci, e cinque sedi a Milano, Roma, Londra, Bruxelles e Shanghai), che sta assistendo AIRiminum in tale iniziativa a livello europeo e che ci assisterà anche nelle azioni legali successive che saranno avviate nelle prossime settimane nei confronti di chi sta cercando di arrecare danni evidenti a un gruppo di investitori che fin da luglio 2014 ha creduto possibile poter sviluppare un progetto ambizioso anche a Rimini”.RIMI

RIMINI - La guerra dei cieli diventa anche diplomatica. AIRiminum, la società che gestisce il Fellini, ha presentato un ricorso in Commissione europa contro Aerdorica, la società che gestisce l'aeroporto delle Marche. A finire sotto accusa sono i 20 milioni di euro che la Regione Marche intenderebbe erogare per ristrutturare l'aeroporto di Ancona, evidandone il fallimento. Secondo AIRiminum, quelli sono aiuti di Stato che, data la situazione di concorrenza tra i due scali,  determinerebbe un'alterazioone del confronto dell'aeroporto. 

Per quest l'ad della società riminese, Leonardo Corbucci, si è rivolto   allo studio legale Nctm (che vanta oltre 250 professionisti, di cui 57 soci, e cinque sedi a Milano, Roma, Londra, Bruxelles e Shanghai), che sta assistendo AIRiminum in tale iniziativa a livello europeo e che ci assisterà anche nelle azioni legali successive che saranno avviate nelle prossime settimane nei confronti di chi sta cercando di arrecare danni evidenti a un gruppo di investitori che fin da luglio 2014 ha creduto possibile poter sviluppare un progetto ambizioso anche a Rimini”.

L'aeroporto di Rimini ha subito negli ultimi mesi duri colpi riguardo ai voli con Russia e Ucraina, da cui viene gran parte del traffico aereo. Bologna e Ancona sono state le mete alternative scelte dalle compagnie al posto del Fellini.