Cesenatico

Tentato omicidio, arrestata nipote della vittima: temeva di perdere eredità

Il 15 ottobre scorso un 87enne ipovedente era stato aggredito brutalmente nel giardino della sua casa del quartiere Madonnina. Questa mattina scattate le manette ai polsi di una 56enne

I rilievi della Scientifica nella casa della 50enne
| Altro
N. Commenti 0

17/febbraio/2018 - h. 10.33

CESENATICO - Il 15 ottobre scorso un anziano di 87 anni ipovedente, Alfonso Benini, era stato brutalmente aggredito nel giardino della sua abitazione, nel quartiere Madonnina di Cesenatico. Questa mattina, a conclusione delle indagini, i carabinieri di Forlì hanno proceduto al fermo e all'arresto della nipote 56enne dell'uomo. La donna è accusata di tentato omicidio aggravato. L'87enne, quel giorno privo della sorveglianza della badante, si trovava nel cortile della sua casa di via Saltarelli quando, sentitosi chiamare, si voltò venendo poi colpito più volte con un oggetto contundente mai ritrovato. Furono poi i vicini ad accorgersi dell'uomo riverso a terra in un lago di sangue. L'aggressione provocò danni gravi all'anziano, costretto ad una delicata operazione e ad un lungo ricovero in ospedale. Tutt'ora le sue condizioni di salute risentono pesantemente delle lesioni provocate da quella barbara aggressione. Secondo i carabinieri la nipote, residente a San Mauro Mare, avrebbe colpito l'anziano zio per motivi economici, temava infatti di essere esclusa dal testamento e di vedersi revocare una polizza vita di cui era beneficiaria.