Romagna

Scatta la petizione 'Stop al cibo falso'

Raccolta firme avviata da Coldiretti contro i 'fake' nel carrello della spesa per proteggere la salute, fermare le speculazioni e difendere l’agricoltura italiana

petizione cibo falso
| Altro
N. Commenti 0

19/febbraio/2018 - h. 12.00

ROMAGNA - E' scattata da Roma e arriva ora anche in Romagna la grande mobilitazione contro il cibo falso nel carrello della spesa promossa da Coldiretti e Campagna Amica. La maxi petizione popolare nei confronti dell’Unione Europea punta a fermare il cibo falso #stopcibofalso e proteggere la salute, tutelare l’economia, fermare le speculazioni e difendere l’agricoltura italiana. Nonostante i passi in avanti permangono ancora ampie zone d’ombra e ogni giorno rischiano di finire nel piatto alimenti di bassa qualità e origine incerta che mettono a rischio la salute, come dimostrano i ripetuti allarmi alimentari che si propagano rapidamente a livello planetario per la mancanza di trasparenza come nell’ultimo caso del latte in polvere francese per i bambini. L’obiettivo è di accelerare l’adozione di norme europee per la trasparenza dell’informazione ai consumatori sul cibo in vendita e di superare i ritardi accumulati. Nei prossimi giorni anche nel nostro territorio sarà possibile per tutti i cittadini italiani maggiorenni firmare la petizione, recandosi nei gli uffici di zona delle Federazione Coldiretti della regione, oppure presso i Punti vendita accreditati Campagna Amica e nei mercati contadini di Campagna Amica. È possibile anche firmare la petizione online, sul sito www.stopcibofalso.coldiretti.it