Regione

Porto di Ravenna, lungomare di Rimini, casa Pascoli: pioggia di fondi dal Cipe

Approvati diversi progetti tra i quali quello che dovrebbe dare impulso allo sviluppo commerciale del porto di Ravenna

L'imbarcazione arrivata al porto
| Altro
N. Commenti 0

28/febbraio/2018 - h. 14.09

Nella sua ultima seduta il Cipe ha approvato progetti per un totale di 320 milioni. Una buona parte arrivera in Romagna, soprattutto a Ravenna: confermato infatti lo stanziamento da 60 milioni per l'hub portuale della città romagnola. Si tratta di un passo in avanti decisivo per il nuovo Hub portuale: i primi interventi prevedono l’approfondimento dei fondali della zona di accesso al porto e lungo tutto il canale Candiano (sino a - 12,50 metri); la realizzazione di una nuova banchina di circa 1.000 metri; l’adeguamento strutturale di oltre 6.500 metri di banchine portuali alla normativa antisismica e ai nuovi fondali; la realizzazione di circa 200 ettari di piattaforme urbanizzate e attrezzate destinate alla logistica che saranno raccordate alla rete ferroviaria per il traffico merci. L’avvio dei lavori è previsto nel 2019. L’opera, del valore complessivo di 235 milioni di euro, è finanziata anche con 37 milioni di euro dall’Unione europea, con 120 milioni attraverso un mutuo della Banca europea degli investimenti e con risorse dell’Autorità di sistema portuale.

Due gli interventi che saranno cofinanziati a Rimini, per un totale di 16,877 milioni di euro, grazie alle risorse assegnate dal Cipe. Il primo rientra nel “Piano di salvaguardia della balneazione ottimizzato” e permetterà di chiudere entro il 2020 tutti gli scarichi a mare attraverso un nuovo sistema di gestione delle acque, per alleggerire il carico sul sistema fognario e ridurre il rischio idraulico. Il secondo progetto riguarda la riqualificazione del lungo mare Sud, che sarà interamente pedonalizzato e interessato da progetti per contrastare i danni prodotti dall’ingressione marina.

In provincia di Forlì-Cesena, 3,5 milioni di euro serviranno per i lavori di restauro e recupero dell’ex monastero della SS. Annunziata di Tredozio, mentre 1 milione sarà impiegato per il restauro del Compendio della Domus Pascoli (che comprende la casa natale del poeta, il giardino, il Parco delle rimembranze, la scuola materna e l’ex-gerontocomio) a San Mauro Pascoli.

Ammontano a 8,8 milioni di euro le risorse stanziate per la rimozione dell’amianto da scuole e ospedali in Emilia-Romagna. I fondi saranno assegnati attraverso un bando regionale ad hoc e gli interventi andranno ad affiancarsi a quelli già realizzati grazie al Piano amianto della Regione Emilia-Romagna.