Ravenna

Maxi escavatori rubati sequestrati al porto: stavano per salpare verso il Medio Oriente

Blitz della Guardia di Finanza e dell'Agenzia delle Dogane. I due macchinari, del valore di 500mila euro, rubati nel Lazio. Quattro denunciati per ricettazione e favoreggiamento

Maxi escavatori rubati sequestrati al porto: stavano per salpare verso il Medio Oriente

Gli escavatori recuperati dalla Finanza al porto di Ravenna

| Altro
N. Commenti 0

13/marzo/2018 - h. 11.12

RAVENNA - Due escavatori Caterpillar rubati, pronti a 'salpare' verso il Medio Oriente, sono stati recuperati al porto di Ravenna dalla Guardia di Finanza in collaborazione con i funzionari delle Dogane L'indagine era partita ad agosto, con un controllo sui documenti per l'esportazione dei macchinari verso il Libano. Dai controlli sono emerse anomalie e approfondendo si è scoperto che i numeri di telaio erano stati contraffatti. Grazie ai tecnici della casa produttrice, si è risaliti così ai reali numeri di matricola, da cui si è capito che erano stati rubati a luglio 2017 da due imprese romane, specializzate nel movimento terra e nel recupero rifiuti, che avevano presentato regolare denuncia. I due Caterpillar, dal valore di circa 500 mila euro, sono stati quindi sequestrati e restituiti ai proprietari. I quattro responsabili sono stati denunciati per ricettazione e favoreggiamento.

Finanza