San Mauro Pascoli

Anziano si perde vicino al Savio, ritrovato dalla municipale grazie al Gps dell'auto

L'80enne non aveva fatto rientro a casa alla solita ora e la famiglia, in apprensione, aveva allertato le forze dell'ordine

gps anziano
| Altro
N. Commenti 0

13/marzo/2018 - h. 15.17

CESENA - Momenti di batticuore per i famigliari di un ottantenne di San Mauro Pascoli che non aveva fatto ritorno all’orario consueto. Ma grazie all’intervento della Polizia Municipale di Cesena – Montiano e all’ausilio delle nuove tecnologie è stato possibile localizzare l’auto dell’anziano ed appurare che non gli era successo nulla di grave. L’episodio è avvenuto alcuni giorni fa, quando un signore sammaurese di circa 80 anni, partito verso Forlì nel primo pomeriggio per far visita al fratello, non ha fatto rientro a casa all’ora solita, e non poteva essere rintracciato perché privo di cellulare. Preoccupati, i parenti hanno allertato le forze dell’ordine; si è messa in moto anche la PM di Cesena che è riuscita a individuare la posizione Gps dell’auto guidata dall’anziano, scoprendo che si trovava nella zona di via Lamone (una traversa di via Ancona, decisamente lontano dall’itinerario San Mauro Pascoli - Forlì), fuori dalla sede stradale e vicino all’argine del fiume. Gli agenti inviati sul posto hanno iniziato a perlustrare a piedi l’argine del fiume, guidati dalla Centrale Operativa che, seguendo la posizione delle loro radio e confrontandole con le coordinate Gps dell’auto, ha fornito loro le indicazioni utili per rintracciare l’auto, trovata dopo circa 1 km impantana in un campo. Nessuna traccia, però, del guidatore. Dopo aver escluso che l’uomo potesse essersi diretto vero il fiume – non c’erano impronte che dall’auto andassero in quella direzione – gli agenti della Pm hanno proseguito le ricerche lungo un stradello sterrato fino a una vicina casa. Qui hanno scoperto che l’anziano era arrivato poco prima per chiedere aiuto e uno dei residenti, vista l’età avanzata dell’uomo e la sua agitazione, si era offerto di riaccompagnarlo a casa. Sospiro di sollievo per i famigliari, che hanno riaccolto il loro caro sano e salvo, mentre in un secondo momento anche l’auto è stata recuperata grazie all’intervento di un trattore. “Davvero, in questo caso - sottolinea il Sindaco Paolo Lucchi – si può dire che tutto è bene quel che finisce bene. Un epilogo lieto reso possibile sicuramente dall’utilizzo delle ultime tecnologie. Ma in questo contesto non può essere dimenticato il ‘fattore umano’, vale a dire l’impegno e la dedizione con cui la nostra Polizia Municipale interviene sempre più spesso per svolgere servizi in ausilio a persone in difficoltà. Questo approccio è sicuramente apprezzato dai cesenati, che ormai guardano alla Pm come interlocutore affidabile per la soluzione di problemi diversi, non solo legati alla viabilità”.