Lugo

Si riaprono le porte del Caffè Letterario, un'istituzione culturale cittadina dal 2005

Da venerdì 13 aprole fino al 23 giugno tante iniziative all’hotel Ala d’oro. Apre il programma Giovanni Brizzi che presenterà il suo libro Ribelli contro Roma

caffè letterario
| Altro
N. Commenti 0

11/aprile/2018 - h. 15.40

LUGO - Una primavera ricca di appuntamenti per il Caffè letterario di Lugo, in partenza venerdì 13 aprile. Il ricco calendario propone fino al 23 giugno diverse iniziative con ampio spazio a tanti generi diversi, come la storia, la narrativa, la musica e l’arte. Il calendario degli appuntamenti è stato presentato mercoledì 11 aprile in conferenza stampa presso l’hotel Ala d’oro di Lugo. Per l’occasione sono intervenuti l’assessora alla Cultura del Comune di Lugo Anna Giulia Gallegati e due curatori della rassegna, Patrizia Randi e Claudio Nostri. “Il Caffè letterario ha il merito di aver dimostrato in questi anni molte capacità: quella di saper collaborare con le diverse associazioni e realtà del nostro territorio e di realizzare iniziative sempre diverse, con un’attenzione ai libri, all’arte e alla musica - ha dichiarato Anna Giulia Gallegati -. Il programma così curato di questa rassegna ha portato il Caffè letterario di Lugo ad essere apprezzato anche fuori dalla nostra regione”. Le location saranno principalmente la sala conferenze e il ristorante dell’hotel Ala d’oro, la sala dell’archivio del Consorzio di bonifica della Romagna occidentale, in via Manfredi 32, e la sede dell’associazione Entelechia, in via Quarantola 32/1. Venendo al programma, illustrato da Patrizia Randi e Claudio Nostri, il primo appuntamento sarà venerdì 13 aprile alle 21 nella sala del Consorzio di bonifica. In questa occasione Giovanni Brizzi presenterà il suo libro Ribelli contro Roma. Gli schiavi, Spartaco, l'altra Italia (Il Mulino, 2017). Il nome di Spartaco è legato alla terza e più nota delle guerre cosiddette servili, ribellioni di schiavi e non solo, che afflissero lo Stato romano fra secondo e primo secolo a.C. Il libro mostra come quella guerra sia in realtà l'episodio ultimo di una serie di eventi a sfondo sociale e civile che coinvolsero una “seconda” Italia a lungo emarginata. All'indomani di conflitti che avevano lasciato strascichi spaventosi di rovine, lutti e odio, Spartaco fu colui che riuscì a coagulare attorno a sé lo scontento delle popolazioni meridionali, soprattutto appenniniche, non ancora integrate. Anche se Crasso mise fine alla guerra, Roma, provata, fu infine costretta a cedere pienamente alle richieste degli Italici. Introduce la serata Claudio Nostri. Gli ospiti che seguiranno sono: Marco Paolini e Gianfranco Bettin (15 aprile), Helena Janeczek (20 aprile), Silvia Ronchey (27 aprile), Paolo Pombeni (11 maggio), Filippo La Porta (16 maggio), Aldo Tollini (21 maggio), Giovanni Bietti (4 giugno), Valeria Roncuzzi e Piero Deggiovanni (13 giugno). La stagione primaverile del Caffè letterario sarà arricchita anche dagli appuntamenti con lo “Scrittura Festival”, che si terrà a Lugo dal 24 al 27 maggio. Il programma, ancora in via di definizione, prevede due incontri con gli autori al giorno, alle 18 nel chiostro del Carmine e alle 21 all’interno del Pavaglione. Agli appuntamenti si aggiungono le serate dedicate alla musica e all’arte. Sono infatti in programma una serata convivial-musicale dedicata a Rino Gaetano (5 maggio), un’iniziativa dedicata allo scultore Domenico Rambelli (18 maggio), l’inaugurazione della mostra pittorica “Io sono qui” di Barbara Ruzziconi (20 maggio) e un appuntamento con musica e letteratura per celebrare James Joyce (16 giugno). Confermate anche le maratone letterarie dedicate ai grandi classici della letteratura occidentale, presenti nel programma con due appuntamenti: domenica 13 maggio con Qohelet o ecclesiaste e sabato 23 maggio con I racconti dello Yiddishland. Tutti gli incontri sono offerti gratuitamente al pubblico, escluse le serate del 5 maggio e del 23 giugno. La rassegna è curata da Patrizia Randi, Claudio Nostri e Marco Sangiorgi, il trio che nelle passate stagioni ha dato prova di grande attenzione alla qualità, riuscendo a portare a Lugo autori e studiosi al centro dell’attualità locale e nazionale. La rassegna gode del patrocinio del Comune di Lugo. Dopo una pausa per l’estate, la rassegna continuerà con gli appuntamenti autunnali. Il calendario, come negli scorsi anni, mantiene infatti tre stagioni: una primaverile (aprile-giugno), una autunnale (ottobre-dicembre) e una invernale (gennaio-marzo). Il programma completo è disponibile qui. Il primo ospite del Caffè letterario di Lugo è stato lo psichiatra Paolo Crepet, il 14 gennaio 2005. Da allora, oltre 600 incontri hanno visto protagonisti molti grandi nomi della cultura in tutti i suoi campi. Basti ricordare Tonino Guerra, Philippe Daverio, Gillo Dorfles, Luciano Canfora, Vincenzo Cerami, Folco Quilici, Margherita Hack, Emilio Gentile, Edmondo Berselli, Maurizio Maggiani.