Ravenna

Dal 7 maggio il nuovo autovelox fisso in zona Mirabilandia non 'scherzerà' più

Lo strumento sarà attivo e rileverà la velocità dei veicoli che circolano in direzione di via Dismano multando chi supera i 50 orari

L'autovelox
| Altro
N. Commenti 0

27/aprile/2018 - h. 17.01

RAVENNA - Sarà attivo in modalità sanzionatoria dal 7 maggio l’autovelox fisso installato già da qualche tempo sulla strada provinciale 101, località Mirabilandia (chilometro 1 + 970). Lo strumento rileva la velocità dei veicoli che circolano in direzione di via Dismano. Sarà in funzione ventiquattr’ore su ventiquattro e rileverà solo ed esclusivamente le violazioni riguardanti il superamento del limite massimo di velocità consentito in quel tratto di strada, che è di 50 chilometri orari. Già da alcuni giorni è in funzione in via sperimentale, non sanzionatoria, al fine di testarne le caratteristiche e l’affidabilità. 
“Incrementare i livelli di sicurezza stradale, inducendo gli utenti della strada al rispetto dei limiti di velocità, è l’unico obiettivo dell’installazione di questo strumento, primo di una serie di altri tre dispositivi analoghi, che saranno successivamente collocati su altrettante strade extraurbane: sulla strada statale 67 a Coccolia, dove il traffico di attraversamento è molto veloce, sulla statale 16 a ridosso del centro abitato di Fosso Ghiaia e sulla provinciale 254 a Castiglione di Ravenna, interessata anche da un notevole flusso di turisti perché è nella direttrice Forlì – Cervia e soprattutto raccoglie il traffico che esce dall’uscita di Cesena nord dell’autostrada”, dichiara il vicesindaco Eugenio Fusignani, con deleghe alla Polizia municipale e alla sicurezza, relatore della delibera che istituisce per il 7 maggio l’entrata in funzione dello strumento, approvata oggi dalla giunta. “Le collocazioni – continua Fusignani - sono state decise dall’Osservatorio provinciale per la sicurezza stradale, organo istituito con la partecipazione di tutte le forze di polizia e coordinato dalla Prefettura, che ha ritenuto prioritario installare strumenti di questo tipo sulle viabili ove si registrano, normalmente, elevatissimi volumi di traffico e un significativo tasso di incidentalità. Questo è il primo passo di un percorso che prevede l’installazione di 13 strumenti di rilevazione di velocità fissi, per mettere in sicurezza la circolazione”. 
  Sintesi delle sanzioni per il superamento dei limiti di velocità Chiunque supera i limiti massimi di velocità di non oltre 10 chilometri orari è soggetto alla sanzione amministrativa di 41 euro (scontati del 30%, se si paga entro cinque giorni dalla notifica del verbale, 28,70 euro); non vengono tolti punti dalla patente. Chiunque supera di oltre 10 chilometri orari e di non oltre 40 chilometri orari i limiti massimi di velocità è soggetto alla sanzione amministrativa di 169 euro (scontati del 30%, se si paga entro cinque giorni dalla notifica del verbale,118,30 euro); vengono tolti 3 punti dalla patente. Chiunque supera di oltre 40 chilometri orari ma di non oltre 60 chilometri orari i limiti massimi di velocità è soggetto alla sanzione amministrativa di 532 euro (non ammesso sconto); vengono tolti 6 punti dalla patente e c’è la sospensione della patente da uno a tre mesi. Chiunque supera di oltre 60 chilometri orari i limiti massimi di velocità è soggetto alla sanzione amministrativa di 829 euro (non ammesso sconto); vengono tolti 10 punti dalla patente e c’è la sospensione della patente da sei a dodici mesi. Le sanzioni sono aumentate di un terzo quando la violazione è commessa dopo le ore 22 e prima delle ore 7.