Imola

Cimeli unici del ciclismo in mostra: dalla bici di Pantani al primo programma del Giro, fino ad una splendida ammiraglia d'epoca

Si possono ammirare alcuni degli oggetti e cimeli storici legati al ciclismo raccolti nella collezione voluta dalla Fondazione Luciano Pezzi

Cimeli unici del ciclismo in mostra: dalla bici di Pantani al primo programma del Giro, fino ad una splendida ammiraglia d'epoca
| Altro
N. Commenti 0

15/maggio/2018 - h. 12.59

IMOLA - La bici Bianchi squadra corse di Marco Pantani del 1998 e il primo Garibaldi, il programma ufficiale del primo Giro ciclistico d'Italia svoltosi dal 13 al 30 maggio 1909; la maglia tricolore di Campione Italiano appartenuta a Vito Ortelli, nella stagione 1948 e l’Alfa Romeo 1900 super del 1955, ammiraglia della squadra Ghigi dal 1958 al 1962. Sono solo alcuni dei cimeli che compongono la mostra “In Giro nella Collezione Pezzi”, allestita giovedì 17 maggio, nella Sala convegni Ayrton Senna dell’autodromo ‘Enzo e Dino Ferrari’ di Imola, in occasione dell’arrivo in città della 12.a tappa del Giro d’Italia.

A curare l’esposizione è Fausto Pezzi, in collaborazione con Aver (Associazione Velocipedisti Eroici Romagnoli di Imola). “In mostra si possono ammirare alcuni degli oggetti e cimeli storici legati al ciclismo raccolti nella collezione voluta dalla Fondazione Luciano Pezzi per salvaguardare una parte importante della storia di quello che é il più popolare sport italiano, con particolare attenzione alla storia del ciclismo locale, in un territorio che da sempre è stato culla di campioni” spiega Fausto Pezzi, figlio del compianto Luciano Pezzi. 

“La collezione, che è tuttora sempre in crescita, contiene centinaia di oggetti fra maglie d'epoca dal 1940 sino ad oggi, biciclette appartenute a corridori, borracce, coppe, cappellini. Tutto fa parte dei ricordi di Luciano Pezzi, accumulati durante una carriera da corridore, con all’attivo 11 Giri d'Italia e 5 Tour de France corsi nel periodo di Coppi e Bartali e una carriera da allenatore dal 1960 alla fine degli anni ‘80, con squadre come Ghigi, Salvarani, Dreher, Famcucine Campagnolo fino alla Mercatone Uno, creata con l'amico Romano Cenni, resa grande dalle imprese di Marco Pantani” aggiunge Fausto Pezzi. Ad introdurre la mostra sarà proprio l’Alfa Romeo 1900 super del 1955, utilizzata come ammiraglia della squadra Ghigi dal 1958 al 1962, che fu usata anche da Luciano Pezzi come direttore sportivo della Ghigi nelle stagioni 1960/61/62.

Da segnalare anche una borraccia in alluminio, sponsorizzata dalla Liebig, usata nel Tour de France negli anni ’40, le biciclette Bianchi squadra corse 1958 appartenute a Diego Ronchini ed a Luciano Pezzi. Ed ancora la maglia Cynar, appartenuta a Ercole Baldini nella stagione 1963, la maglia Atala Pirelli stagione 1949-50 appartenuta a Luciano Pezzi e la maglia Bianchi Pirelli stagione 1958.

Un viaggio fra corridori emiliano romagnoli, Giro d’Italia e altre meraviglie in una mostra che dura un giorno ma vale una vita di racconti e ricordi. Una mostra che è una “toccata e fuga”, come quelle eroiche di un tempo. A bordo di un’ammiraglia dei desideri, targata Ghigi.