Rimini

Si spacciavano per turisti, ma erano 'pendolari' delle rapine

I carabinieri hanno arrestato un 25enne e un 27enne, entrambi siciliani, ritenuti gli autori del violento assalto alla filiale della Banca Valconca di via Tommaseo

carabinieri
| Altro
N. Commenti 0

31/maggio/2018 - h. 13.55

RIMINI - Si spacciavano per turisti quando, in realtà, erano pendolari delle rapine in banca in trasferta dalla Sicilia alla riviera romagnola. Questa l'accusa che ha portato ad un'ordinanza di custodia cautelare in carcere eseguita dai carabinieri di Rimini in collaborazione con i colleghi di Siracusa, nei confronti di due presunti rapinatori. I due, secondo la ricostruzione degli inquirenti, avrebbero assaltato il 29 maggio 2017 la filiale della Banca Valconca di via Tommaseo. Durante il colpo, i malviventi non avrebbero avuto scrupoli nel minacciare, malmenare e legare i dipendenti. Il colpo aveva fruttato un bottino di circa 19mila euro. Grazie ai filmati delle telecamere, ma soprattutto mediante l'incrocio dei dati relativi alle celle telefoniche, i carabinieri di Rimini sono riusciti a risalite ai due uomini, poi riconosciuti dagli stessi dipendenti della filiale rapinata. I due, un 25enne e un 27enne, si trovavano già agli arresti domiciliari in Sicilia, per altre rapine commesse in varie parti d'Italia.