Università

Sciopero dei docenti: l'Alma Mater garantisce agli studenti appelli straordinari

Dal primo giugno al 31 luglio è stata lanciata l'agitazione dei professori e molti di loro incroceranno le braccia. "Ma non vogliamo danneggiare gli studenti"

Sciopero dei docenti: l'Alma Mater garantisce agli studenti appelli straordinari
| Altro
N. Commenti 0

04/giugno/2018 - h. 16.56

BOLOGNA - Dal primo giugno è partito lo sciopero dei professori che aderiscono alla protesta lanciata Movimento per la Dignità della Docenza Universitaria. Si tratta di un'agitazione che potrebbe mettere in crisi la sessione estiva degli esami ma, secondo quanto scritto dall'Ateneo agli studenti, verrà fornita dai docenti la massima collaborazione affinché venga assicurato: almeno un appello degli esami di profitto nel periodo dal primo giugno al 31 luglio, data di fine dello sciopero. Pertanto, nelle Sedi in cui i calendari degli esami prevedano un solo appello per gli esami di profitto in tale periodo, e questo cada nel periodo anzidetto, le strutture di competenza dovranno fissare un appello straordinario dopo il quattordicesimo giorno dalla data del giorno dello sciopero. 

Andrà fissato poi  un appello straordinario “ad hoc” in un giorno successivo a quello dello sciopero, e indicativamente dopo il settimo giorno dalla data dello sciopero, per laureandi e studenti Erasmus, ove l’appello non tenuto sia l’ultimo utile per laurearsi o per adempimenti per l’“Erasmus”; un appello straordinario “ad hoc” in un giorno successivo a quello dello sciopero, e indicativamente dopo il settimo giorno dalla data dello sciopero stesso, per Studentesse in attesa di un bambino un appello straordinario “ad hoc” in un giorno successivo a quello dello sciopero, e indicativamente dopo il settimo giorno dalla data dello sciopero stesso, per Studentesse e Studenti che abbiano problemi di salute documentati che richiedano particolari forme di tutela.

"Coscienti che la volontà di chi ha proclamato lo sciopero, così come di chi vi aderisce - si legge nella mail inviata agli studenti - , non è certo quella di creare un danno alla comunità studentesca, è stata chiesta a tutti i docenti la massima collaborazione nel garantire la tenuta degli appelli secondo le modalità sopra descritte. Vi garantiamo che faremo di tutto affinché lo slittamento temporale di alcuni appelli d’esame non vi provochi troppi disagi".