Cesena

Cantiere del Sacro Cuore: incontro per sbloccare la situazione tra amministrazione e società

La srl che sta eseguendo l'opera ribadisce la volontà di concluderla, previo accordo con le banche

Cantiere del Sacro Cuore: incontro per sbloccare la situazione tra amministrazione e società

Il sacro cuore

| Altro
N. Commenti 0

05/giugno/2018 - h. 16.44

CESENA - Prosegue il percorso di confronto tra l’Amministrazione comunale ed i rappresentanti della Società Compagnia del Sacro Cuore s.r.l. per arrivare ad una soluzione delle problematiche di viabilità, sicurezza e salubrità pubblica, causate dallo stato dell’area di cantiere del complesso del Sacro Cuore (compresa all’interno del quadrilatero via Padre Vicinio da Sarsina, via Verdi, via Pascoli, via don Minzoni). In sintesi, la società ha spiegato di voler proseguire nell'intervento nella zona e per questo sono in corso trattative con gli istituti di credito. In caso contrario, dopo l'estate l'area sarà ripristinata dalla società. 

"In questo quadro - scrive in una nota l'amministrazione - , lunedì 4 giugno, nella Sala Giunta del Comune di Cesena, l’Amministrazione comunale (nella persona del Sindaco Paolo Lucchi, del Vicesindaco Carlo Battistini e degli Assessori ai Lavori pubblici Maura Miserocchi e all’Urbanistica Orazio Moretti) ha incontrato la Società Compagnia del Sacro Cuore s.r.l., proprietaria dell’area, rappresentata da Cinzia Amaduzzi e Paolino Batani, insieme ai loro avvocati Fabrizio Trifoni e Simona Parlangeli. Presenti all’incontro anche la dirigente del Settore programmazione urbanistica del Comune di Cesena Emanuela Antoniacci, il capo di gabinetto del Sindaco Roberto Zoffoli ed il coordinatore della segreteria del Sindaco Giovanmatteo Raggi".

L’incontro ne segue uno già svoltosi il 19 aprile scorso, seguito da uno scambio epistolare formale che ha consentito di inquadrare al meglio i problemi della zona e le prospettive di un progetto privato, avviatosi sin dal 2008 con la concessione in deroga approvata in Consiglio comunale, che arrivò a prevedere la realizzazione di 4.000 mq di superficie immobiliare, in aggiunta ai 4.000 mq già previsti dal PRG. Questa soluzione comportava la realizzazione di 360 parcheggi interrati, su due piani, di cui circa 80 destinati ad uso pubblico.

“Dall’incontro – spiega l’Amministrazione comunale – è emerso come da parte della Società Compagnia del Sacro Cuore s.r.l. sia in fase di definizione il rapporto con gli istituti di credito finanziatori, indispensabile per garantire nuova solidità all’impegno che  i promotori hanno ribadito di voler perseguire. Contemporaneamente, è in corso la trattativa per la vendita a terzi di una porzione dell’area attualmente interessata dallo scavo, per la realizzazione di un parcheggio interrato su di un unico piano, di circa 150 posti auto, per la cui alienazione a privati si starebbe già svolgendo uno studio di fattibilità. A questi si aggiungerebbero circa 30-40 ulteriori posti auto a raso, indispensabili per assolvere gli obblighi di standard dell’intera area”.

“In ogni caso, qualora malauguratamente questa ipotesi di avvio di un nuovo progetto non fosse perseguibile – proseguono gli Amministratori cesenati –, nell’incontro abbiamo avuto la rassicurazione formale che è intenzione della Società Compagnia del Sacro Cuore s.r.l. intervenire comunque subito dopo l’estate per ripristinare la situazione delle aree comunali così com’era prima dell’avvio del cantiere. Ciò avverrebbe arretrando nei loro confini le aree interessate dal cantiere e riconsegnando così l’area di proprietà comunale, ripristinata, ai cesenati. In questo modo si sanerebbe comunque l’inaccettabile situazione di scarsa sicurezza e non adeguata salubrità cui è stata condannata quella zona in questi anni”.

“Il percorso in atto – conclude l’Amministrazione – ci pare sufficientemente rassicurante, per gli impegni presi dalla Società Compagnia del Sacro Cuore s.r.l. per bocca dei suoi massimi rappresentanti. Dal canto nostro, oltre a confermare la volontà di seguire con la massima attenzione e con tutta la celerità possibile il percorso autorizzatorio che dovesse rendersi necessario, abbiamo loro comunicato come continueremo a valutare di mese in mese se rinnovare la concessione di occupazione di suolo pubblico, alla luce dell’evolversi della situazione e degli elementi che ci verranno di volta in volta forniti”. Un ulteriore incontro di aggiornamento è previsto per la fine del mese di giugno.