Ravenna

Il sindaco: "Comunicazione sbagliata di Trenitalia, i convogli fermano anche a Ravenna"

In un comunicato stampa si parlava dell'aumento delle fermate a Cervia e Cesenatico senza considerare il capoluogo. De Pascale: “Basito da questo errore"

Il sindaco: "Comunicazione sbagliata di Trenitalia, i convogli fermano anche a Ravenna"
| Altro
N. Commenti 0

11/giugno/2018 - h. 17.07

RAVENNA - Un equivoco e un errore di comunicazione che ha lasciato "basito" il sindaco di Ravenna Michele de Pascale. Trenitalia aveva infatti annunciato l'aumento dei treni per la Romagna sottolineando le 41 fermate per Cervia ma parlando di Ravenna soltanto in ottica di un potenziamento dei trasporti con Roma. La notizia era stata pubblicata anche sul nostro sito  . Una comunicato che non è piaciuto a de Pascale che ora, tra le altre cose, sul tema dovrà rispondere ad un question time di CambieRà.

La precisazione del sindaco “Sono rimasto assolutamente basito dalla comunicazione di Trenitalia che ha indotto in errore gli organi di stampa e rischia di creare profonda confusione fra i cittadini, generando inutili polemiche portatrici di un messaggio falso e negativo sulla destinazione turistica. Non esiste treno che transiti per i comuni di Cervia e Cesenatico che non parta o non fermi nella stazione di Ravenna; il potenziamento della linea estiva riguarda dunque tanto questi comuni quanto Ravenna. Per Ravenna, Cervia e Cesenatico ci sono nuovi treni per la stagione estiva e alcuni treni, che nel periodo invernale fermano solo a Ravenna, in questo periodo fermeranno anche a Cervia e Cesenatico. Ciò ha indotto l'errore.  Ho chiesto a Trenitalia un’immediata rettifica della comunicazione. I problemi alla linea ci sono e li stiamo affrontando, l’obiettivo che ci siamo posti e sul quale stiamo lavorando con Trenitalia è la rimodulazione del servizio, tra la fine di quest’anno e l’inizio del 2019, che riduca drasticamente i tempi di percorrenza”. 

Certo, il succo della questione non cambia granché, dal momento che per Rimini e Riccione ci sono comunque molti più treni e da sempre la parte sud della Romagna - forse anche comprensibilmente - è favorita dal punto di vista dei trasporti ferroviari. L'occasione sarà comunque buona per un confronto sul tema visto che Samantha Tardi di Cambierà ha chiesto lumi in merito e se ne parlerà nel prossimo consiglio comunale.