Forlì-Cesena

Velo ok funziona: un deterrente contro l'alta velocità in strada

Oggi sono 26 le colonnine installate tra Savignano, Gatteo, Sogliano, Borghi e Roncofreddo. Poche le infrazioni, gli automobilisti rallentano alla vista della colonnina arancione

Velo ok funziona: un deterrente contro l'alta velocità in strada

velo ok

| Altro
N. Commenti 0

11/giugno/2018 - h. 18.17

E’ stato un primo anno di sperimentazione positiva, perciò si entra ora nella seconda fase: i Comuni di Savignano, Gatteo, Sogliano, Borghi e Roncofreddo fanno il punto, insieme alla Polizia Municipale dell’Unione Rubicone e Mare, sui Velo Ok, le colonnine arancioni con funzione di deterrenza installate laddove, sul territorio, gli automobilisti devono prestare particolare attenzione nel moderare la velocità.

Installate circa un anno fa, le colonnine nei cinque comuni sono ora 26.  Nel corso di questo primo anno di sperimentazione sono più volte state spostate dalla Pm per testarne l’efficacia in diversi punti e, purtroppo, talvolta sono anche state oggetto di vandalismi. Già i primi controlli effettuati a ottobre avevano fatto registrare ottime performance: solo il 5 per cento degli automobilisti superava i limiti di velocità in prossimità delle colonnine arancioni, con sole 24 infrazioni su 555 accertamenti realizzati su due direttrici ad alto rischio, la provinciale Uso, in località Stradone di Borghi, e la trafficata via Rio Salto, a Savignano.

“Gli automobilisti - spiegano i sindaci - hanno acquisito consapevolezza di quali siano i tratti in cui si è portati a spingere il piede sull’acceleratore, grazie ai Velo ok ora prestano più attenzione e, istintivamente, rallentano. L’obiettivo della deterrenza può dirsi raggiunto: per questo ora inizieremo a intensificare i controlli, anche tramite i Velo Ok stessi, affinché anche gli automobilisti più recidivi siano portati a rispettare i limiti”.  

L’opera di prevenzione e deterrenza, intanto, prosegue anche su altri fronti. L’installazione dei Velo Ok fa infatti parte di un più ampio progetto di sicurezza stradale condotto dall’Unione Rubicone e Mare in collaborazione con l’associazione nazionale Noi Sicuri e con Fondazione Asaps: fanno perciò parte della campagna di sensibilizzazione “Attenta-mente” anche gli spettacoli educativi realizzati in queste ultime settimane con i ragazzi delle scuole primarie.  

A Sant’Angelo, nel cortile della scuola Moretti,  oltre 230 bambini di quarta e quinta elementare delle scuole di Gatteo hanno partecipato alla festa con gli agenti della Pm, mentre circa 130 bimbi di Borghi, Sogliano e Roncofreddo hanno assistito, a fine maggio, a uno speciale spettacolo a tema educazione stradale, che hanno poi potuto condividere anche con le loro famiglie portandone a casa il dvd. Qualche mese estivo di pausa e il coinvolgimento delle giovani generazioni ripartirà, questa volta da Savignano, con la ripresa dell’attività scolastica.Scarica tutti gli allegati