Il caso

Omicidio stradale, l'attore Domenico Diele condannato a 7 anni e 8 mesi

Il forlivese Biserni, fondatore dell'Asaps, commenta la sentenza: "Senza la legge introdotta di recente se la sarebbe cavata con i soliti due anni e quattro mesi"

Omicidio stradale, l'attore Domenico Diele condannato a 7 anni e 8 mesi
| Altro
N. Commenti 0

11/giugno/2018 - h. 19.41

L'attore Domenico Diele, accusato di aver tamponato e ucciso una donna di 48 anni, Ilaria Dilillo, la notte del 24 giugno dell'anno scorso, è stato condannato a 7 anni e 8 mesi. E' stata emessa la sentenza del processo, con rito abbreviato, nel quale l'attore era imputato per omicidio stradale. L'incidente si verificò lungo la corsia nord dell'autostrada del Mediterraneo, nei pressi dello svincolo di Montecorvino Pugliano (Salerno). L'attore non era presente all'udienza che si è tenuta al Tribunale di Salerno. 

Questa la nota del forlivese Giordano Biserni, presidente dell'Asaps (Associazione amici polizia stradale): "Non si dovrebbe mai gioire per una condanna limitativa della liberta. Tuttavia crediamo che la severa condanna a 7 anni e 8 mesi,   inflitta dal Giudice per l’udienza preliminare del tribunale di Salerno, nonostante lo sconto previsto per rito abbreviato nel quale Domenico Diele  era imputato per omicidio stradale, vista la notorietà del condannato, esplichi anche un suo ruolo di monito sulle gravi conseguenze che possono derivare da una condotta dissennata alla guida. Conseguenze ancora a molti sconosciute. Sia chiaro che  senza la legge n.41/2016 l’imputato se la sarebbe cavata, come in molti casi precedenti,  con i soliti 2 anni e 4 mesi (condanna media) e zero mesi di reclusione. Ora alla condanna conseguirà la revoca della patente per 15 anni". 

L'incidente con protagonista il notte attore si verificò lungo la corsia nord dell'autostrada del Mediterraneo, nei pressi dello svincolo di Montecorvino Pugliano(Salerno).  Ricordiamo che Domenico Diele nella notte del 24 giugno dello scorso anno, mentre  guidava una Audi 3 ,investì  la vittima Ilaria Dilillo, 48enne. Diele dagli esami successivi all’incidente risultò sotto l'effetto di stupefacenti. "Le cronache  del sinistro - ricorda Biserni - ci hanno detto che l’attore guidava nonostante gli avessero ritirato  la patente e la  macchina fosse senza assicurazione. Da questa drammatica vicenda se ne ricavi una sorta di avvertimento: sulla strada l’impunità è finita anche grazie alla legge sull’omicidio stradale per la quale l’ASAPS,  con le associazioni Lorenzo Guarnieri e Gabriele Borgogni, fin dal 2011 si batté senza risparmio di energie e con la raccolta di 82.000 firme".