Verso il processo

Prima udienza in ottobre per il 'Igor il russo', sarà in video-conferenza con l'Italia

Il collegamento dal carcere di Saragozza dove il presunto pluriomicida è rinchiuso. Il gup del Tribunale di Bologna Alberto Ziroldi deciderà sul suo rinvio a giudizio. Ben 11 i capi d'imputazione

Igro il Russo in una foto segnaletica
| Altro
N. Commenti 0

12/giugno/2018 - h. 18.55

Il prossimo ottobre Norbert Feher, alias Igor Vaclavic, o 'igor il russo', detenuto nel carcere di Zuera (Saragozza) per i tre omicidi commessi in Spagna, dovrebbe comparire per la prima volta in videoconferenza con il gup del Tribunale di Bologna Alberto Ziroldi, che deciderà sul suo rinvio a giudizio. Lo scorso aprile il pm Marco Forte e il Procuratore capo Giuseppe Amato hanno formalizzato al serbo la richiesta di rinvio a giudizio e l'obiettivo è processare Igor in tempi brevi, con un collegamento dalla Spagna. Non c'è ancora un giorno stabilito in cui si terrà l'udienza preliminare, ma il gup ha indicato tre date nel mese di ottobre per permettere alle autorità spagnole di scegliere quando approntare la videoconferenza. I pm italiani hanno messo in fila 11 capi di imputazione.