Cesena

Rafforzata la presenza dei vigili sul territorio comunale

Accordo con i sindacati: più agenti di Polizia Municipale nella fascia oraria pomeridiana 14,00-20,00 e pattuglia serale in servizio fino alle ore 2,00.

Rafforzata la presenza dei vigili sul territorio comunale
| Altro
N. Commenti 0

19/giugno/2018 - h. 15.29

CESENA - Più agenti di Polizia Municipale nella fascia oraria pomeridiana 14,00-20,00 e pattuglia serale in servizio fino alle ore 2,00. Queste, in sintesi, le importanti novità contenute nell’accordo siglato lunedì 18 giugno in Comune con le rappresentanze sindacali di Cgil, Cisl e Uil e le Rsu per la parte del contratto decentrato che riguarda i progetti di sviluppo della Polizia Municipale.

 “Questo accordo – commenta soddisfatto il Sindaco Paolo Lucchi –  è stato raggiunto in breve tempo, a testimonianza della volontà di tutte le parti di attivare i nuovi servizi già da luglio senza perdersi in lungaggini negoziali e garantisce un salto di qualità per i servizi resi dalla Polizia municipale ai cesenati. Riusciremo infatti a rafforzare la presenza di agenti nel pomeriggio, dando continuità ai servizi svolti durante la giornata, così come potremo garantire sempre una pattuglia serale fino alle 2,00, ampliando un orario che attualmente si conclude alle 00,45. Tutto ciò nell’ambito di un rafforzamento di quell’apparato di sicurezza che sappiamo di dover rendere operativo, grazie al costante rapporto con Polizia e Carabinieri, che ci porta a dedicarci soprattutto all’incidentalità notturna, lasciando a loro, come ci chiedono, la cura del miglior controllo possibile del territorio. Si tratta di un rapporto che, con la nuova sede della P.M., operativa tra pochi giorni, e con la gestione completa delle telecamere di sicurezza della nostra città, renderemo ancor più saldo. Di questo ringrazio a nome di tutti i cesenati gli 88 componenti della nostra Polizia locale ed il loro Comandante Giovanni Colloredo, perché anche in questo caso, con un accordo non così scontato (gli scioperi recenti che hanno caratterizzato corpi di P.M. anche a noi vicini, lo confermano), hanno riaffermato la loro perfetta integrazione con la nostra comunità”.

 Nel merito dell’accordo, le risorse (55.000 euro) che il Comune ha mantenuto anche nel 2018, hanno consentito di continuare la sperimentazione iniziata tre anni fa, con importanti evoluzioni per l’incremento del servizio. Il filo conduttore che ha caratterizzato questa sperimentazione è stato l'ampliamento dell’orario di presenza, esclusivamente nei servizi esterni. Gli orari di presenza sul territorio vengono dunque ampliati per i servizi del pomeriggio fino alle ore 20,00 (il turno pomeridiano, che per una regolamentazione dei primi anni 2000 terminava ordinariamente alle 19,00), e lo slittamento nell’orario pomeridiano di alcune pattuglie, fino a tre al giorno, consentirà di incrementare la presenza della P.M. nella fascia oraria 14,00-20,00. Il turno del mattino invece, che inizia per tutti i servizi alle ore 7,00, sarà spostato in avanti di mezz’ora per alcune pattuglie, protraendolo fino alle 13,30.

Infine, come detto, anche il progetto che riguarda il turno serale sarà riproposto nell’ampliamento già collaudato, cioè fino alle ore 2,00 in luogo delle attuale 00,45. Questa pattuglia “notturna”, oltre agli ordinari interventi per le chiamate che giungono alla centrale operativa, avrà il compito di garantire il rilievo degli incidenti stradali e sarà impegnata nel fronte della prevenzione con controlli sulla guida in stato di ebbrezza, delle manifestazioni, degli eventi e della sicurezza urbana.

Soddisfazione per il risultato raggiunto viene espressa anche dal Comandante della P.M. Giovanni Colloredo, che riconosce l’importante lavoro di squadra svolto da tutte le parti coinvolte: “la modifica dell'articolazione dell'orario è stata resa possibile grazie alle buone relazioni sindacali createsi in questi ultimi anni, senza la necessità di forzature da parte dell'Amministrazione. Alle Organizzazioni Sindacali – conclude il Comandante – va riconosciuto il merito di avere svolto con correttezza e grande capacità il loro importante ruolo di rappresentanza del personale, riuscendo a contemperare i diritti dei lavoratori e l’interesse dei cittadini”.