Calcio

Cesena ai titoli di coda: ancora bocciato dall'Agenzia delle Entrate

Il verdetto era atteso, ora è ufficiale. Con ogni probabilità il club dovrà ripartire dai dilettanti. Il sindaco: "In caso di fallimento ci muoveremo"

Cesena ai titoli di coda: ancora bocciato dall'Agenzia delle Entrate
| Altro
N. Commenti 0

28/giugno/2018 - h. 15.54

CESENA - Le peggiore settimana della storia del Cesena si chiude con l'ormai scontato "no" dell'Agenzia delle Entrate. Mancava solo la Pec - la mail certificata con cui comunica la pubblica amministrazione - per sangire la fine di una storia duranta 78 anni. E' arrivata nella tarda mattinata e in corso Sozzi era ormai attesa. Del resto dalla bocciatura del piano Lugaresi della scorsa settimana, sono piovute altre grane sul club bianconero: la richiesta di fallimento avanzata dalla Procura, il deferimento sportivo per le compravendite di giocatori in cui è coinvolto anche il Chievo. Domani, intanto, ci sarà l'udienza al Tribunale delle imprese di Bologna n seguito alla richiesta della Figc di commissariare la società per cattiva amministrazione degli attuali dirigenti.

Scorrono i titoli di coda sulla società che ha anche partecipato a 13 campionati di A, arrivando a qualificarsi alla Coppa Uefa. Il Cesena calcio ha lanciato grandi allenatori e calciatori e non è detto che smetta di farlo. Sabato sfilerà l'orgoglio dei tifosi in centro storico che avrà un sottotitolo chiaro e rivolto ai nuovi imprenditori che rileveranno eventualmente la squadra: "Il Cesena siamo noi". 

Il sindaco Paolo Lucchi intanto è intervenuto con un'intervista a TeleRomagna: "Non abbiamo titolo a fare nulla come Comune - ha spiegato  - fino a che ci sarà la società iscritta al campionato di serie B. Naturalmente abbiamo fatto dei pensieri su quel che potrà accadere, mantenendo contatti con la Federazione Gioco Calcio. Al momento, e lo dico da tifoso, il Cesena c'è e mi auguro che ci possa essere anche nei prossimi mesi”. In caso di fallimento, “il Comune ha titolo per selezionare un progetto sportivo, organizzativo e finanziario di gestione di una società che si possa chiamare Cesena, in modo leggermente diverso da quello attuale. Non c'è alcun indirizzo verso altre società, come ad esempio il Romagna Centro. Dovremo selezionare, nelle massima trasparenza come chiedono i tifosi, un nuovo soggetto sportivo”.