Riccione

Farmacista arrestato dopo un tentato colpo alle Poste

Si era arrampicato fino alla finestra impilando delle sedie e tentando di scassinarle. Poi la sorpresa: quel ladro era un 29enne laureato e con un impiego

Farmacista arrestato dopo un tentato colpo alle Poste
| Altro
N. Commenti 0

29/giugno/2018 - h. 09.04

RICCIONE - Una storia che starebbe bene in "Smetto Quando Voglio", il film dove un gruppo di ricercatori in crisi economica si improvvisa banda criminale. Un farmacista è stato infatti sorpreso a Misano mentre stava scassinando l'ufficio di via Toscana a Misano. I carabinieri lo hanno sorpreso durante un controllo del terrotiroio arrampicato mentre cercava di entrare nella finestra dell'ufficio, utilizzando come base delle sedie impilate su un cassonetto della spazzatura. Stava cercando da quella strana posizione di aprire le sbarre della finestra quando, vistosi scoperto dall'Arma, ha provato a fuggire, salvo essere acciuffato dai carabinieri. Quando è stato preso, ha anche alzato le mani, così il colpo da un tentato furto si è trasformato in una più grave tentata rapina.

Un ladro maldestro, non c'è che dire. Davanti al giudice si è scoperto perché: si tratta di un ventinovenne riccionese, laureato in Farmacia e con un lavoro. Pieno di debiti, come lui stesso ha raccontato al giudice, che lo avrebbero spinto a provare il maldestro colpo. Il giudice lo ha condannato a due anni, con pena sospesa. Tradotto: d'ora in poi dovrà rigare dritto, altrimenti si apriranno le porte della detenzione.