Forlì

Il Comune vuole installare 20 "velo ok". FI parla di "multificio"

Sono già stati individuati i punti più pericolosi del territorio. Il consigliere Ragni attacca l'amministrazione

Velo ok, autovelox, velox

Un tipico Velo ok

| Altro
N. Commenti 0

03/luglio/2018 - h. 14.02

FORLì - Il Comune di Forlì è pronto all'installazione dei "velo ok". Dopo diversi comuni del circondario e del Cesenate, ora anche la città mercuriale è pronta ad acquistare una ventina di colonnine arencioni. Quelle in cui il velox può esserci o no ma, nel dubbio, l'automobilista rallenta. Dissuasori, ma non solo,  che pare stiano dando i loro risultati . Secondo quanto scrive il Resto del Carlino , il Comune ne vorrebbe installare una ventina dopo aver individuato 350 punti del territorio potenzialmente pericolosi. Ci sarà un'ampia scrematura. Costeranno circa 80mila euro. Una delle vie su cui verrà messo un Velo ok è la Lughese.

La notizia non manca di suscitare reazioni. Fabrizio Ragni (FI) parla di "multificio del sindaco Drei. Gli autovelox, come il sistema dei varchi elettronici alla ztl, secondo l’esponente azzurro, stanno diventando sempre più per il Comune “uno strumento facile per fare cassa e non sicurezza stradale. Gli automobilisti vengono sanzionati e allo stesso tempo chi amministra non provvede a mettere in sicurezza le strade e gli attraversamenti pedonali, a rifare il manto stradale spesso sconnesso  o senza segnaletica  o a illuminare incroci e arterie che presentano percentuali di rischio rilevanti”. 

“L'uso degli autovelox per limitare l'imprudenza degli automobilisti è soltanto una dichiarazione di facciata. In realtà gran parte degli autovelox, oltre a non essere debitamente segnalati, sono spesso installati in luoghi poco visibili o non individuabili da parte di chi percorre le strade per lavoro o motivi personali. Che ci debba essere un limite di velocità e che vada sanzionato chi lo supera è giusto, ma altra cosa è imporre una tassa surrettizia con un reticolo di apparecchi di rilevazione sistemati anche in strade ad ampio scorrimento”: aggiunge il capogruppo di Forza Italia in consiglio comunale a Forlì.