Imola

Imola Summer Piano Academy&Festival: talenti da tutto il mondo in città

Le kermesse è arrivata alla sua settima edizione: dal 16 al 30 luglio un evento unico in Romagna e non solo

Imola Summer Piano Academy&Festival: talenti da tutto il mondo in città
| Altro
N. Commenti 0

09/luglio/2018 - h. 18.44

IMOLA Dal 16 al 30 luglio 2018 Imola torna a essere il centro della musica pianistica e cameristica internazionale. Due settimane di alta formazione musicale e di concerti porteranno nella città i migliori talenti da tutto il mondo. È la settima edizione dell’Imola Summer Piano Academy&Festival, la rassegna ideata e curata dall’Accademia Pianistica  di Imola con una “formula doppia” a carattere innovativo: una Summer School durante il giorno con i docenti dell’Accademia in cui possono iscriversi giovani musicisti da tutto il mondo, e non solo gli allievi già interni dell’Accademia; e una serie di Concerti serali con protagonisti grandi nomi della classica.

Tra i partecipanti alla Summer School sono previste anche delegazioni di giovanissimi pianisti selezionati in Cina, Giappone e Australia grazie a progetti strutturati e consolidati nel corso degli anni dall’Accademia di Imola, un’istituzione che si pone in controtendenza rispetto al fenomeno nazionale della fuga di talenti e i cui allievi provengono da oltre 40 nazioni di tutti i continenti.

All’interno del Festival avrà luogo anche il “Premio Città di Imola” riservato agli iscritti alla Summer School di pianoforte. In palio un Montepremi di € 20.000 offerti da istituzioni e privati cittadini, comprensivo del Premio al Talento “Florence Daniel Marzotto” donato da Veronica e Dominique Marzotto in ricordo della Contessa Florence, e dei Premi dedicati al “M° Umberto Micheli e Lelia Magistrelli” messi a disposizione dal Presidente dell’Accademia di Imola, dott. Francesco Micheli.

La parte concertistica, che da sempre è un'emanazione dell'attività didattica, si svolgerà ogni giorno dal 16 al 30 luglio con appuntamenti serali e pomeridiani, al Teatro dell'Osservanza e in altri luoghi della città. L'inaugurazione è affidata alla pianista cinese Jin Ju (16), mentre la conclusione vedrà la cerimonia di premiazione e il concerto dei vincitori dei riconoscimenti “Città di Imola”, “M° Umberto Micheli e Lelia Magistrelli” e “Premio al talento Florence Daniel Marzotto” (30). Tra gli appuntamenti: il concerto cameristico su ‘Chausson e l'impressionismo francese’ con la cerimonia di premiazione della Lucerna d'oro (17), l’avvincente sfida sui tasti del pianoforte ‘dalla classica al jazz’ con Andrea Bacchetti e Michele Di Toro (18), il pianista Alessandro Marino con un programma virtuosistico e funambolico (20), il concerto a due pianoforti con protagonisti André Gallo e Igor Roma, già ‘alumni’ e oggi docenti dell’Accademia Pianistica di Imola (22); la conferenza-concerto sulla ‘opera chiave Kramerspiegel’ di Richard Strauss con Marino Nahon e il soprano Joo Cho (24), e il concerto cameristico per archi con il Primo Violino della Royal Opera House di Londra M° Peter Manning (28). Al concerto finale del premio “Città di Imola” (29), come da tradizione, alle votazioni partecipa anche il pubblico. 

L'Accademia sottolinea la stretta collaborazione con la Città di Imola che, data la forte affluenza di allievi nelle Master Class e di pubblico ai concerti, ha aperto spazi dedicati alle lezioni nella Scuola Vassura Baroncini, e messo a disposizione il Teatro dell’Osservanza per i concerti serali.  L’evento è realizzato in collaborazione con il Comune di Imola e con il sostegno del Ministero dei Beni Culturali, della Regione Emilia Romagna, della Fondazione Cassa di Risparmio di Imola.  Tutti gli appuntamenti sono ad ingresso libero e gratuito, fino ad esaurimento posti.f

LE DICHIARAZIONE “L’Imola Summer Piano Academy&Festival - dice la sindaca Manuela Sangiorgi - , giunto alla settima edizione, conferma la presenza della nostra città al centro della musica pianistica e cameristica internazionale. Una rassegna ideata e curata dall’Accademia Pianistica di Imola, eccellenza didattica e concertistica che tutto il mondo ci invidia grazie alla passione, alla competenza ed al trentennale operato del fondatore e direttore Franco Scala coadiuvato nella quotidianità da un’efficiente struttura. Mi piace l’idea dell’innovativa formula doppia dell’appuntamento che miscela all’apprendimento diurno la possibilità di assistere alle esibizioni serali di grandi nomi della classica. Numeri di assoluto spessore: oltre 200 allievi iscritti in rappresentanza di 18 nazioni e di 20 regioni italiane. La tradizionale presenza delle delegazioni di giovanissimi pianisti internazionali che rientra a pieno titolo nell’operatività strutturata e consolidata della nostra Accademia ed il Premio Città di Imola, per il quale ringrazio del sostegno tante istituzioni e tanti privati cittadini, sottolineano l’alta valenza dell’impatto sullo scenario culturale cittadino. Eventi ad ingresso libero e gratuito, una bella opportunità di partecipazione rivolta a tutti gli imolesi che potranno anche beneficiare del servizio di filodiffusione nel centro storico per l’ascolto di alcuni componimenti classici”. 

Per Francesco Micheli, presidente dell'Accademia: "I giovani talenti del pianoforte che hanno già fatto a gara nelle selezioni dei loro paesi per arrivare qui all’Accademia ora faranno a gara fra di loro per essere ammessi ai corsi di perfezionamento. Tanto impegno è la prova di quanto questa Scuola di Studi Superiori del pianoforte sia una meta conosciuta e desiderata nel mondo. Ed è il miglior riconoscimento all’appassionato lavoro di trent’anni del fondatore Maestro Franco Scala, dei suoi docenti e del suo specifico metodo di insegnamento, gli “Incontri col Maestro”, che ha prodotto risultati di qualità, premiati dalla facilità con cui chi esce di qui trova sbocchi professionali prestigiosi. Contiamo di proseguire l’opera di rinnovamento dei luoghi in cui si svolge l’attività didattica e di rafforzare l’immagine e la comunicazione attraverso nuove presenze sui social network. E’ in corso la riformulazione della newsletter e del sito dell’Accademia. Così come continueremo lo sviluppo di collaborazioni all’estero e in Italia, come il “gemellaggio” con La Milanesiana, ideata e prodotta da Elisabetta Sgarbi, che nelle ultime due edizioni a Milano ha accolto sette concerti di nostri pianisti presenti accanto a grandi scrittori di tutto il mondo, a premi Goncourt e a premi Nobel.".

Il fondatore e direttore Franco Scala chiude così: "Siamo arrivati alla settima edizione del Summer Festival dell’Accademia di Imola, con iscritti oltre 200 allievi provenienti da 18 nazioni estere e da 20 regioni italiane. Un sogno che continua. Il mio augurio è che questo evento possa continuare a crescere e a raggiungere negli anni gli echi dei grandi festival mondiali della musica classica.  Ringrazio Francesco Micheli per aver accettato la Presidenza dell’Accademia. Sono onorato che una personalità del suo calibro abbia deciso di accompagnarmi e sostenermi nelle nuove sfide apportando un notevole contributo in termini di innovazione. Ringrazio i docenti e i miei collaboratori per l’impegno profuso con passione ed entusiasmo, e ringrazio la Città di Imola, la Sindaca Manuela Sangiorgi e Luca Rebeggiani, Direttore dei Teatri, per la piena collaborazione e l’aiuto sulla logistica. Questo evento è un esempio di come la cultura possa essere anche motore trainante di turismo e di indotto a beneficio della collettività: una nota di orgoglio dell’Accademia che ha la possibilità e il piacere di ricambiare ulteriormente l’attenzione e il sostegno che la Città le ha riservato in questi primi trent’anni di vita. Nell’auspicio che anche la cittadinanza partecipi e risponda numerosa alle proposte e alle iniziative culturali che l’Accademia propone in misura sempre più ampia".