Forlì

Confeziona droga in garage mentre è ai domiciliari: arrestato 35enne

La polizia gli contesta l'evasione e lo ha denunciato, insieme a due "soci" per lo spaccio di sostanze stupefacenti

Confeziona droga in garage mentre è ai domiciliari: arrestato 35enne
| Altro
N. Commenti 0

23/luglio/2018 - h. 16.27

FORLì Un 35enne marocchino, residente a Forlì, è stato arrestato per evasione dagli arresti domiciliari ed anche denunciato, insieme ad altri due connazionali, per detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Nella notte tra sabato e domenica, attorno alle 3,  una volante della Polizia di Stato in servizio presso l’Ufficio Prevenzione Generale della Questura di Forlì-Cesena, si è recata presso l’abitazione del marocchino per il controllo dell’osservanza del regime degli arresti domiciliari, al quale era stato recentemente sottoposto con provvedimento del Tribunale del Riesame di Trieste in relazione a reati contro il patrimonio commessi in Friuli. 

 

 

Al momento del controllo nessuno ha aperto la porta d’ingresso, per cui gli agenti hanno iniziato le ricerche trovando l’uomo nella zona comune delle pertinenze condominiali. Si sono insospettiti ed hanno ritenuto di verificare cosa stesse accadendo dentro un garage dello stesso stabile, da dove probabilmente il soggetto era appena uscito per tornare in casa, accortosi dell’arrivo delle pattuglie per il controllo. Dentro il garage c’erano altri due suoi connazionali, e gli agenti hanno effettuato una perquisizione per la ricerca di stupefacenti, avendo notato oggetti pertinenti al confezionamento e uso di droga. 

 

 

La perquisizione ha portato al ritrovamento di due dosi di cocaina, una significativa somma di denaro e ritagli di cellophane usati per confezionare droga. Un'altra piccola porzione di stupefacente è stata trovata dentro l’auto dell’uomo sottoposto a regime di arresti domiciliari.  L’attività di perquisizione è stata molto accurata ed ha visto anche l’utilizzo di unità cinofile della Guardia di Finanza, di stanza in Ravenna, e la partecipazione di operatori della sezione narcotici della Squadra Mobile della Questura. 

 

 

Al termine di queste attività, i due marocchini che erano dentro il garage, e l’uomo residente ai piani superiori dello stesso stabile, che era obiettivo di controllo, sono stati denunciati alla Procura per il reato di detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti, mentre il solo soggetto che avrebbe dovuto trovarsi in casa, avendo violato le prescrizioni del provvedimento limitativo della libertà personale, è stato arrestato in flagranza di reato per l’accusa di evasione. L’arresto è stato convalidato dal Giudice Lubrano, del Tribunale di Forlì (pubblico ministero dott.ssa Sara Posa), e per la concessione dei termini a difesa, il processo è stato rinviato a successiva data. Nel frattempo egli è stato collocato nuovamente agli arresti domiciliari.