San Mauro Pascoli

Giacomo Scudellari sul palco del Premio Pascoli

Domani sera il cantautore ravennate, tra i 6 finalisti del concorso, presenta a Villa Torlonia l'inedita 'Un temporale asciutto'

Giacomo Scudellari sul palco del Premio Pascoli

Il cantautore ravennate Giacomo Scudellari

| Altro
N. Commenti 0

07/agosto/2018 - h. 13.16

SAN MAURO PASCOLI - Una lettera d’amore immaginaria, scritta da Giovanni Pascoli alla dirimpettaia nel periodo trascorso come insegnante a Messina. Si chiama “Un temporale asciutto” il brano con cui Giacomo Scudellari salirà sul palco di Villa Torlonia per il Premio Pascoli in musica. Il cantautore 31enne di Ravenna è tra i sei finalisti del concorso dedicato al poeta romagnolo, selezionato dalla giuria fra decine e decine di proposte da tutta Italia grazie a un brano nato da una ricerca biografica: Scudellari indaga gli anni messinesi di Pascoli, ispirandosi a un presunto amore naufragato sul nascere, provato per la vicina di casa. “Ho immaginato una lettera - racconta il cantautore -, nella quale confluiscono tutte le tematiche pascoliane, la natura, la Romagna, la morte del padre Ruggero e un amore molto fragile, forse mai esistito o forsi sì, nei confronti di questa misteriosa dirimpettaia”. Scudellari sarà accompagnato dal vivo dall’ormai rodato quartetto di musicisti, Matteo Garattoni alla chitarra, Luca Guidi alla batteria e Francesco Giampaoli (Sacri Cuori, Classica Orchestra Afrobeat) al basso. Quest’ultimo figura anche nella produzione dell’ultimo disco del cantautore, “Lo stretto necessario” (pubblicato per Brutture Moderne/Audioglobe). E’ un album nato per celebrare “il gusto onesto della Gioia con la g maiuscola”, in nove canzoni positive e vitali, senza tonalità minori, capaci di scavare in profondità non rimanendo scioccamente in superficie. Ma è anche un’opera che “non vuole scrivere ancora una volta il manuale del cantautore depresso o incompreso perché magari è stato lasciato dalla fidanzata, o perché è lui che l’ha lasciata e si è pentito, o perché non la trova. Chi cerca questo non troverà pane per i suoi denti”. Quello di Giacomo è un cantautorato classico, che guarda devotamente alla tradizione dei Settanta ma la sposta verso altri lidi musicali, il più delle volte sorprendenti. Domani sera a Villa Torlonia, oltre al brano selezionato dalla giuria, Scudellari proporrà anche un inedito, “Come in un igloo”. Il tour prosegue poi il 14 agosto all’Osteria del Pancotto di Gambellara (Ravenna) e il 24 ancora Ravenna alla Festa dell’Unità.