Decreto Milleproroghe

A rischio gli investimenti del Bando Periferie, appello dell'Anci regionale al Governo

De Pascale: "Testo dell'emendamento sbagliato e confuso, l'Esecutivo corregga o si rischia di rallentare i tempi di attuazione di molti progetti indispensabili per aumentare la sicurezza delle nostre città

A rischio gli investimenti del Bando Periferie, appello dell'Anci regionale al Governo

La Darsena di Ravenna, una delle aree che confidano nei fondi del Bando per l'attesa riqualificazione

| Altro
N. Commenti 0

08/agosto/2018 - h. 18.29

RAVENNA - Dall'Anci Emilia-Romagna una pesante tirata d'orecchie al Governo Lega-5Stelle. "L’emendamento al decreto mille proroghe - scrive in una nota il sindaco di Ravenna e Presidente Anci Emilia-Romagna, Michele de Pascale - coinvolge i finanziamenti stanziati dal Bando Periferie, quel testo, sostenuto dal Governo e approvato dal Senato è sbagliato e confuso. Chiediamo che il Governo chiarisca e corregga le proprie intenzioni e che la Camera cambi il testo. Quello approvato al Senato è inaccettabile - aggiunge - perché rischia di rallentare i tempi di attuazione di molti progetti, di creare confusione e incertezza, di determinare sprechi inammissibili alle amministrazioni locali e agli altri soggetti pubblici e privati che hanno già impegnato e speso risorse nella progettazione. Parliamo di progetti che migliorano le periferie delle nostre città dal punto di vista della sicurezza e della qualità urbana. È indispensabile che la Camera dei Deputati cambi il testo approvato al Senato e che il Governo assicuri i finanziamenti già previsti a tutte le città coinvolte, per progetti importanti e complessi che ovviamente hanno diversi gradi di maturazione nella loro definizione progettuale. Chiediamo con forza che il Governo non blocchi progetti e cantieri che possono cambiare in meglio la vita delle nostre città".