Cesena

"La fontana non è un gioco": il Comune ci prova con i cartelli

Raccogliendo il suggerimento dei cittadini l'amministrazione ha piazzato degli avvisi per tentare di preservare la bellezza della fontana Masini dopo l'ultimo imbrattamento durante una festa di laurea

"La fontana non è un gioco": il Comune ci prova con i cartelli

L'ubicazione delle targhe

| Altro
N. Commenti 0

13/agosto/2018 - h. 16.11

CESENA - “La fontana Masini è un’opera d’arte, non un gioco”: sarà questo il messaggio  scritto sulle targhe in bronzo che presto saranno collocate ai piedi del monumento. Contestualmente, nei locali di piazza del Popolo saranno distribuite cartoline che invitano a rispettare il prezioso manufatto. La decisione di avviare queste iniziative è stata presa dall’Amministrazione comunale  con l’obiettivo di rendere consapevoli i cittadini e i visitatori di Cesena della necessità di trattare con rispetto lo storico ‘Fonte’, emblema della città.

“Il recente imbrattamento durante una festa di laurea – sottolinea il Sindaco Paolo Lucchi con l’Assessore alla Cultura e Turismo Christian Castorri e l’Assessore ai Lavori Pubblici Maura Miserocchi  – è solo l’ultimo e più grave episodio. Ma, purtroppo, sono frequenti i comportamenti sbagliati che rischiano di danneggiare la fontana: ci sono bambini che vi si arrampicano come se fossero al parco – giochi, e ragazzi che la usano come panchina per chiacchierare o mangiare (e magari, intanto, appoggiano i piedi sulle decorazioni). Per quanto ci riguarda, non vogliamo ‘ingabbiarla’ per non ostacolare la possibilità di avvicinarsi ad essa per ammirarla, ed anche la  Soprintendenza è della stessa idea. Tuttavia, è indubbio che occorra interrompere queste abitudini e per questo abbiamo deciso di puntare, almeno in una prima fase, sull’informazione e  sulla sensibilizzazione”.

“Ci ha aiutato a individuare le modalità di intervento in questa direzione – proseguono Sindaco e Assessori – il suggerimento di un cittadino, precisamente il signor Mauro Mazzotti, arrivato via mail. Il signor Mazzotti fa un’osservazione molto semplice: forse i comportamenti sbagliati dipendono dal fatto che presso la fontana non ci sono cartelli di ammonimento; e visto che, spesso, i genitori dei bambini che giocano con la fontana sono avventori dei locali della piazza, perché non chiedere la collaborazione degli esercenti per far conoscere le caratteristiche del monumento e dare indicazioni sul modo di approccio più corretto? Ci è sembrata un’ottima proposta e ci siamo attivati per tradurla in pratica”.

Così, nei prossimi giorni, a tutti i bar e i ristoranti affacciati su piazza del Popolo saranno distribuite cartoline con l’immagine del monumento, una sua breve descrizione e, soprattutto, con lo slogan “Fontana Masini: un bene prezioso da rispettare”, in modo che le possano distribuire ai loro clienti.

Nel frattempo, il settore Edilizia Pubblica del Comune si è attivato per predisporre quattro targhe in bronzo con la dicitura “Fontana Masini, 1583. E’ un’opera d’arte, non un gioco”, che appena pronte saranno sistemate a terra ai quattro lati della fontana: chi si avvicinerà non potrà fare a meno di leggerle.