Ravenna

Vanno a Mirabilandia e lasciano i loro 4 cani chiusi nel camper al caldo e senz'acqua

Intervento della Municipale dopo le segnalazioni di alcuni passanti attirati dal continuo abbaiare: i proprietari dei quattro cucciolo di shitzu denunciati per abbandono di animali

shitzu
| Altro
N. Commenti 0

14/agosto/2018 - h. 12.51

RAVENNA - I proprietari di quattro cani di razza Shitzu lasciati chiusi dentro un camper nel parcheggio di Mirabilandia sono stati denunciati dalla Polizia municipale all’autorità giudiziaria per abbandono di animali (articolo 727 del Codice penale). Gli agenti sono intervenuti ieri pomeriggio poco dopo le 17, in seguito alla segnalazione di un cittadino attirato dal continuo abbaiare. Il camper si trovava completamente al sole, chiuso, con solo le due botole posizionate nella parte anteriore aperte, senza la presenza di nessun proprietario o componente del nucleo famigliare. Avvicinatisi al camper, gli agenti hanno notato all'interno i quattro cani, in evidente stato di accaloramento e disidratazione, che si agitavano nel tentativo di uscire. Non era visibile nessuna ciotola d’acqua. Vista la situazione, la Municipale ha richiesto l'intervento dei Vigili del fuoco per poter aprire l'abitacolo, il supporto del veterinario per verificare lo stato di salute degli animali e dell’associazione “Amici degli animali” per l'eventuale recupero dei cani. Nel frattempo il personale della reception di Mirabilandia ha varie volte invitato, attraverso messaggi diffusi con l’altoparlante, i proprietari del camper a tornare al proprio mezzo. I Vigili del fuoco sono riusciti ad aprire il camper senza danneggiarlo, liberando cosi i cani, presi in custodia dall'addetto del canile e controllati dal veterinario. Alle 18.20 circa sono arrivati i proprietari, i quali hanno riferito che i cani erano stati lasciati all'interno del camper da poco tempo e che sono abituati a viaggiare con loro e a restare all'interno dell'abitacolo. Secondo il veterinario, i quattro cani presentavano forte disidratazione per la mancanza d'acqua e visibile accaloramento, non prefigurandosi il maltrattamento ma solo lo stato di abbandono.