Ravenna

Individuato e rimpatriato 'foreign-fighter' jihadista

L'uomo, 28 anni, stanato dalla Digos nel suo domicilio di Castelbolognese e subito espulso. Prima di venire in Italia aveva militato nelle organizzazioni terroristiche di Jabhat al-Nusra e Islamic State

Jihad Isis
| Altro
N. Commenti 0

28/agosto/2018 - h. 17.27

RAVENNA - La Polizia di Stato ha individuato ed espulso, accompagnandolo direttamente in Albania, un 28enne di Tirana considerato affiliato alla Jihad Siro-Irachena. Il foreign fighter, dopo mesi di indagini, è stato rintracciato dal personale della Digos e dell'Ufficio Immigrazione. Dalle indagini era emerso, infatti, che il giovane jjhadista rappresentava una minaccia concreta per la pubblica sicurezza essendo già stato operativo nei teatri del jiahd Siro-Iracheno, nelle fila delle organizzazioni terroristiche di Jabhat al-Nusra prima, e di Islamic State poi.  Il 28enne era giunto nella provincia di Ravenna insieme alla sua compagna, connazionale, ma già cittadina italiana, in avanzato stato di gravidanza. Il sentore degli investigatori è stato, fin da subito, che la coppia fosse intenzionata a stabilirsi in questa provincia, far nascere il bambino in Italia e, di conseguenza, avviare la procedura di regolarizzazione al fine di far ottenere il permesso di soggiorno anche al padre. Nei giorni scorsi il Ministero degli Interni ha emesso il provvedimento di espulsione dal territorio nazionale, a firma del Ministro Matteo Salvini. Il 23 agosto, personale della Digos ha prelevato il ragazzo dal proprio domicilio di Castelbolognese, dando così esecuzione al provvedimento di espulsione. L’uomo, dopo l’udienza di convalida davanti al Giudice di Pace, è stato condotto con scorta all’aeroporto di Fiumicino dove è stato imbarcato sul volo diretto Roma-Tirana.