Riccione

Matrimoni, è boom di sposalizi nella villa del Duce

In tanti arrivano dall'estero e da altre regioni d'Italia. In totale alla fine dell'anno saranno 77 le nozze civili celebrate in città

matrimonio
| Altro
N. Commenti 0

06/settembre/2018 - h. 10.07

RCCIONE - Settembre mese di punta a Riccione dove celebrare matrimoni e trascorrere alcune giornate di vacanze assieme ai familiari e amici. Quest’anno nel solo mese di settembre 22 coppie hanno scelto di pronunciare il fatidico si con rito civile a Riccione scegliendo in prevalenza le sedi esterne di Villa Mussolini, Villa Lodi Fe e il Castello degli Agolanti. Sabato prossimo sono in programma 3 matrimoni, il 22 settembre 4, ne sono stati celebrati 3 il primo settembre. Uno mercoledì mattina in Municipio, lui di Riccione, lei pugliese. Era invece londinese la coppia che nei giorni scorsi ha scelto la spiaggia del bagno 7, di proprietà comunale, ristrutturata e riqualificata a disposizione di coloro che intendono sposarsi con rito civile vicino al mare. Un’altra coppia lo scorso giugno è arrivata dalla Norvegia, accompagnata da interprete, per sposarsi a villa Mussolini. 

Non solo romanticismo ma anche suggestioni storiche per vivere la città di Riccione in spazi unici e prestigiosi attorno alle quali ruota lo sviluppo di un nuovo prodotto turistico legato a Riccione Wedding, marchio di destinazione turistica che, con Promohotels e Associazione Albergatori, propone l’organizzazione dell’intera filiera turistica commerciale con i servizi che vi ruotano attorno. 

Complessivamente dall’inizio dell’anno a fine settembre saranno 77 le celebrazioni a Riccione, di queste gran parte sono lombarde provenienti dalle province di Milano o Varese, da Bologna e varie città dell’Emilia Romagna. Numeri importanti e positivi considerato che nell’arco di tutto il 2017 sono stati 75 i matrimoni officiati con rito civile. Rimane dunque sospeso  il calcolo riferito al periodo ottobre- dicembre 2018 che comunque già ben evidenzia l’incremento dei matrimoni a Riccione, specie nelle esterne che rispetto agli anni precedenti registrano un aumento, in particolare a villa Mussolini e villa Lodi Fè. Buona anche location spiaggia, legata naturalmente alla variabile del meteo. Sono state inoltre avviate le procedure per destinare anche la storica imbarcazione Saviolina a luogo deputato alla celebrazione di matrimoni.

Tracciando l’identitikit dei futuri sposi, questi vengono spesso in vacanza a Riccione, sono appassionati della città e conoscono bene le sedi comunali adibite ai matrimoni. Non scelgono le proprie città d’origine con cerimonie comuni, ma desiderano luoghi unici, con storie da raccontare in grado di suscitare emozioni per la loro valenza culturale. Fondamentale l’organizzazione della cerimonia: una coppia di turisti svizzeri ha fissato alla prossima primavera la data delle nozze e chiesto agli operatori di Promohotels la predisposizione di tutti i servizi, dal catering ai trasporti e l’ospitalità. Tra le richieste: l’ organizzazione di una gita in barca per gli invitati.

 “Ospitalità e promozione del territorio: sono due chiavi di volta – afferma l’assessore al turismo Stefano Caldari -  per le quali stiamo fortemente lavorando anche sulle opportunità e promozioni del marchio Wedding a Riccione. Intercettare con proposte alternative, grazie al ruolo attivo degli operatori turistici, una domanda crescente attenta al bello e alla varietà di offerte da parte di strutture ricettive, a partire da alberghi e ristoranti costituisce un punto di forza e un’opportunità che non intendiamo sottovalutare ma al contrario rilanciare con crescente forza. Porre le condizioni per far vivere e creare dei bei ricordi ai nostri turisti da una parte, consentire dall’altro agli operatori di lavorare tutto l’anno anche con il contributo di questo segmento in considerevole espansione, come dimostrano i numeri, sono fatti concreti che avvalorano il grande interesse al movimento turistico legato ai matrimoni a Riccione”.