Forlì

Welfare: nasce CavaRei impresa sociale e festeggia con un tour in limousine

Il Cammino e Tangram si uniscono per offrire più servizi al territorio romagnolo. Oltre 2,5 milioni di euro di fatturato, 60 dipendenti, 400 sostenitori e 50 partner

Welfare: nasce CavaRei impresa sociale e festeggia con un tour in limousine
| Altro
N. Commenti 0

13/settembre/2018 - h. 17.58

FORLì - A soli tre anni dall’avvio del primo cantiere nell’area di via Bazzoli a Forlì, il progetto CavaRei arriva a una tappa fondamentale: il 1° settembre 2018 è stata ufficialmente costituita la nuova cooperativa CavaRei Impresa Sociale, nata dalla fusione di due storiche cooperative sociali forlivesi, che insieme assommano 55 anni di impegno nei servizi alla disabilità: Il Cammino e Tangram.

La novità è stata presentata a Forlì nell'ambito di un evento itinerante alla presenza  del sindaco Davide Drei, del presidente della Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì Roberto Pinza, del presidente del Consorzio “Gino Mattarelli” e di Confcooperative – Federsolidarietà Stefano Granata e del presidente di Confcooperative Forlì-Cesena Mauro Neri. Un evento che si è aperto in piazza Guido da Montefeltro, nel cuore di Forlì, da dove poi è partita la “Carovana CavaRei” con in testa una limousine che trasportava alcuni ospiti delle strutture e che, insieme alle auto d’epoca del Crame, ha fatto tappa in tutte le sedi della nuova cooperativa sociale. Si è trattato di un momento di festa, dedicato in particolare alle persone assistite da CavaRei, che hanno potuto così celebrare il ‘matrimonio’ tra le due cooperative sociali a bordo di un mezzo davvero speciale, per una giornata che resterà per loro indimenticabile.

La sfida accettata dalla nuova Governance di CavaRei Impresa Sociale e da tutte le operatrici, gli operatori e i volontari, è quella dicogliere appieno le sfide dell’impresa sociale e comunitaria, proponendo alle istituzioni, alle aziende e a tutti gli stakeholder e partner un nuovo modo di intendere i servizi alla disabilità, il welfare e la responsabilità sociale d’impresa.

«Quando tre anni fa avviammo il primo cantiere, nell’area di via Bazzoli alla Cava c’era una discarica – dichiara la neo presidente di CavaRei Impresa Sociale, Maurizia Squarzi -. Con l’aiuto di tanti sostenitori, sia pubblici che privati, abbiamo restituito alla città un luogo in precedenza abbandonato, contribuendo a fare crescere il quartiere. Ora con la nascita della nuova cooperativa sociale, CavaRei diventa un luogo diffuso in tutto il territorio forlivese: mettiamo in campo più spazi, più valori e più persone per rendere la disabilità una ricchezza per tutta la nostra comunità. Per farlo, abbiamo sposato le regole dell’imprenditoria sociale che comprendono tre elementi fondamentali: la salvaguardia dell’ambiente, la sostenibilità economica, la solidarietà e il rispetto per le persone con difficoltà e per le loro famiglie».

La sfida di CavaRei Impresa Sociale resterà dunque quella di diffondere nella comunità una cultura di inclusione della disabilità, capace di identificare ogni persona nelle proprie potenzialità e non nei propri limiti. Più valori, quindi, più persone, più spazi, pronti per essere vissuti da chi ogni giorno riesce a trasformare un sogno in realtà.

La sede legale ed amministrativa della nuova cooperativa sociale è nel quartier generale di Via Bazzoli 8, in quell’area che tantissimi forlivesi e non solo in questi anni hanno imparato a conoscere con il nome di CavaRei e dove sono presenti anche i centri socio-occupazionale e socio-riabilitativo diurno, il centro stampa Il Lapis, lo shop Tocco d’Artista e l’officina digitale CavaReiLAB. Ma CavaRei Impresa Sociale va oltre i confini del quartiere Cava, allargandosi in altre quattro strutture: il centro socio-residenziale e gruppo appartamento di Via Maceri Malta 22 a Forlì, il centro socio-occupazionale per la salute mentale “Il Gabbiano” di viale Manzoni a Forlì, i centri socio-residenziale e occupazionale di via Sansovini 2 a San Leonardo di Forlì (dove è presente l’orto sociale l’Altro Giardino), e il centro socio-occupazionale di via Cavour a Meldola.

CavaRei Impresa Sociale diventa dunque un “luogo diffuso”, capace di fornire servizi ad oltre 130 persone, grazie al prezioso contributo di 60 tra dipendenti e collaboratori, con un fatturato di 2,5 milioni di euro e una compagine sociale pressoché inedita in Italia, dato che tra gli 80 soci sono rappresentate tutte le tipologie: dai soci fruitori ai soci lavoratori, fino ai soci volontari e ai soci sovventori, ossia le aziende partner.