Romagna

Il Movimento 5 Stelle vuole recintare il Canale Emiliano-Romagnolo

Dopo la tragedia di Villafranca: "Cer poco sicuro". Interrogazione in regione per chiedere nuovi presidi di sicurezza

Il Movimento 5 Stelle vuole recintare il Canale Emiliano-Romagnolo

Un'immagine del Cer tratta dal sito dell'Anbi

| Altro
N. Commenti 0

17/settembre/2018 - h. 18.03

BOLOGNA - Recintare il Canale emiliano-romagnolo per evitare tragedie come quella avvenuta a Villafranca di Forlì a fine agosto. "Una tragedia che conferma che la sicurezza lungo le sponde del canale non è sufficiente”. A scriverlo sono  Andrea Bertani e Silvia Piccinini, consiglieri regionali del Movimento 5 stelle che chiedono, con un’interrogazione rivolta alla giunta, di rafforzare il grado di sicurezza lungo il corso del Canale emiliano-romagnolo (Cer), infrastruttura pubblica (che attraversa le province di Ferrara, Bologna, Ravenna, Forlì e Rimini e interessa quella di Modena) a servizio dell’approvvigionamento idrico dei territori.

I provvedimenti fino ad oggi adottati, sottolineano Bertani e Piccinini, “cioè i cartelli che vietano l’accesso e segnalano il grave pericolo d'annegamento, così come le scalette poste a centinaia di metri l’una dall’altra, non sono stati sufficienti”. I due pentastellati sollecitano, quindi, “la costruzione di una recinzione (o altra soluzione tecnica) lungo le sponde del canale, in modo da evitare tragedie come quella di Forlì”.