Cesena

Ex Zuccherificio: a breve interventi su parcheggi, viabilità e pulizia

Il Comune fa il punto sui lavori. In "tempi brevissimi" a disposizione 150 nuovi posti auto sotto l'università

Gli appartamenti dell'ex zuccherificio
| Altro
N. Commenti 0

03/ottobre/2018 - h. 17.12

CESENA - Ora che il nuovo Campus è entrato in funzione – già avviate le lezioni dai primi di settembre, in attesa dell’inaugurazione ufficiale fissata per il 19 ottobre – per il quartiere Ex Zuccherificio si apre una nuova pagina. L’arrivo della popolazione studentesca sta già contribuendo a modificare la fisionomia dell’area e pone l’esigenza di nuovi servizi; dal canto loro, i residenti della zona chiedono che si tenga conto anche delle loro necessità, in modo da favorire nel quartiere la convivenza delle diverse funzioni.

 Proprio per questo il Comune sta per attuare una serie di interventi, riferiti in particolare alla sosta e alla viabilità. A darne notizia sono il Sindaco Paolo Lucchi e le Assessore Francesca Lucchi e Maura Miserocchi con una lettera inviata oggi al Comitato ZuccheriVivo, con cui da tempo si è instaurato un confronto su questi temi. L’ultimo incontro si è svolto solo pochi giorni fa e in quell’occasione, i rappresentanti del Comitato avevano formulato osservazioni e avanzato proposte in merito alla nuova situazione del quartiere. Con la comunicazione odierna gli Amministratori comunali danno una prima risposta alle loro istanze, con i provvedimenti che stanno per essere messi in cantiere.

"Il parcheggio auto sotto il Campus universitario - scrive l'amministrazione -, essendo l’Università ancora in una fase di trasloco, in questi giorni è ancora chiuso; così come il parcheggio in superficie (a lato del Campus) è ancora occupato dal cantiere, dunque non utilizzabile. Sia l’uno che l’altro saranno però resi disponibili in tempi brevissimi, per un totale complessivo di 150 nuovi posti auto. In questo modo si darà sicuramente sollievo alla situazione dei parcheggi in una zona che oggi, con l’inizio delle lezioni e delle attività del Campus, si trova a dover far fronte ad una quantità di auto in sosta evidentemente superiore alle sue capacità di assorbimento".

Sempre in tema di parcheggi, è stato riattivato il rilascio degli abbonamenti annuali per il parcheggio “Machiavelli”, sia per i residenti che per i dipendenti delle attività (commerciali, aziende, enti, associazioni, ecc.) della zona. "Inoltre, accogliendo la richiesta di agevolare la rotazione delle auto a servizio delle attività e dei professionisti che lavorano in zona, istituiremo il parcheggio con disco orario di un'ora in una parte di via Giambattista Vico ed un posto di carico/scarico in via Valgimigli. È in programma infine una campagna informativa, insieme all’Università, per promuovere l’utilizzo del parcheggio di scambio dell’Ippodromo (parcheggio gratuito e costo della corsa in autobus di 10 centesimi), che è collegato al Campus dalla linea 6 – che già dall’inizio delle lezioni, a seguito di una modifica del percorso, serve direttamente il Campus passando da via Pavese, con due nuove fermate".

A partire dalla seconda metà di ottobre verranno realizzati gli interventi che erano stati chiesti tramite “Carta Bianca”, e cioè: l’attraversamento pedonale in corrispondenza del ponticello di legno sul fiume Savio e la messa in sicurezza di un attraversamento pedonale in corrispondenza della rotonda Ignazio Silone. Il Comune si riserva di studiare la richiesta di un senso unico in ia Quasimodo. "Ci confronteremo nuovamente col comitato per capire come intervenire al meglio, tenendo conto dell’organizzazione della viabilità complessiva della zona".

Per eliminare il fenomeno delle bici appoggiate ovunque, l’Università metterà a disposizione rastrelliere portabiciclette e colonnine di ricarica per bici elettriche.  Verranno poi posizionati una serie di contenitori per la raccolta differenziata studiata appositamente per il Campus. Nel giardino “11 settembre” verrà realizzata, a partire da metà ottobre, una nuova illuminazione che rientra nel progetto Dynamic Light. Entro la fine dell’anno verranno poi posizionati i giochi per bambini, richiesti sempre tramite “Carta Bianca”. Infine, per garantire una maggiore fruibilità dell’area, oltre che una maggiore pulizia e decoro, verrà fatto un importante intervento di potatura e sistemazione delle piante.