Santarcangelo

Alla fiera sequestrati 437 capi di abbigliamento contraffatti. Denunciato commerciante

Controlli straordinari di polizia hanno portato anche alla restituzione di cinque portafogli rubati o smarriti dai proprietari

Alla fiera sequestrati 437 capi di abbigliamento contraffatti. Denunciato commerciante
| Altro
N. Commenti 0

12/novembre/2018 - h. 19.35

SANTARCANGELO - Oltre centomila presenza alla fiera di San Martino a Santarcangelo che da giovedì 8 a domenica 11 novembre, anche grazie al bel tempo, ha riempito borghi, vie e piazze. Tanti i visitatori provenienti dall’Emilia e da altre regioni, Veneto, Marche e Toscana in particolare. Come ogni anno, grande successo per la gastronomia, sia quella legata alla tradizione sia quella più originale o esotica con una varietà di proposte per tutte le età, particolarmente apprezzata anche grazie a una qualità sempre più alta della cucina e dei menù.

Per quanto riguarda gli eventi, si confermano seguitissimi sia la Sagra dei Cantastorie che il Palio della Piada, che nella sua 21esima edizione incorona come vincitore assoluto e della categoria “Giovani”, Matteo Seriacopi. Sabrina Beleffi, invece, è risultata prima in classifica per la categoria “Zone” e Maria Bernardi in quella “Over”, mentre un premio speciale alla carriera è stato assegnato a Massimo Broccoli dell’Osteria del Campanone. 

Soddisfazione anche da parte della Pro Loco di Santarcangelo che oltre al Palio della Piada ha organizzato numerose visite guidate a gruppi composti anche da 100 persone e ha gestito insieme agli Amici di Sant’Ermete l’Osteria delle tradizioni con risultati oltre ogni aspettativa. 1.275 euro è invece l’incasso del “Mercatino dei libri già letti” organizzato dal gruppo Civivo Amici Biblioteca Santarcangelo nel gazebo di piazza Ganganelli, che andrà proprio a finanziare l’acquisto di strumenti o finanziare attività della Baldini.

Diverse, inoltre, le attività che anche per la Fiera di San Martino guardano al sociale: oltre alle bancarelle della “Fiera della solidarietà” dislocate sotto al porticato di via Garibaldi, il ricavato dei biglietti dei parcheggi gestiti dalle associazioni sportive e di volontariato – insieme a quello delle Castagne di Bech in via de Bosis – sarà devoluto a sostegno delle famiglie in difficoltà del territorio e a progetti in aree svantaggiate del mondo.

Il commento del sindaco  “Con questa edizione, che rientra fra le migliori degli ultimi anni sia in termini di affluenza che di proposte commerciali ed enogastronomiche – afferma il sindaco Alice Parma – Santarcangelo si conferma come la vera ‘piazza della Romagna’. Un grande spazio aperto e accogliente dove poter rivivere le tradizioni del passato o sperimentare situazioni originali e creative, dove poter gustare buon cibo e vino di Romagna o piatti d’eccellenza che provengono da altre parti d’Italia e del mondo. Si tratta di una grande piazza che ha spazi e proposte per tutte le età: dalle osterie tradizionali ai più inusuali Truck Food, dalle visite alle grotte monumentali alle esposizioni di arte contemporanea”.

I controlli In occasione della fiera di Santarcangelo sono stati rinforzati i controlli di polizia a cui hanno partecipato tutte le forze dell'ordine. Nessuna particolare problematica, ma – come già detto – massima attenzione e misure di sicurezza con aree riservate, zone di massima sicurezza, varchi presidiati da decine di steward con la supervisione delle forze dell’ordine.

L’attività delle forze dell’ordine non ha riguardato esclusivamente la zona interessata dalla Fiera o dai parcheggi  ma ha interessato anche le zone di afflusso e deflusso di turisti e dei veicoli: e proprio su questi ultimi si è concentrata l’attenzione della polizia e della guardia di finanza che hanno effettuato un controllo delle più importanti strade di accesso al comune romagnolo al fine di intercettare carichi di merce contraffatta: nell’ambito di tale lavoro infatti gli agenti della polizia stradale e della guardia di Finanza hanno sequestrato e 437 capi di abbigliamento contraffatti e denunciato un cittadino italiano del 1955 per introduzione nello stato e commercio di materiale contraffatto e ricettazione.

Sono stati inoltre rinvenuti cinque portafogli rubati o smarriti dai visitatori, due ancora con denaro all’interno, che i poliziotti impegnati a controllare l’area della Fiera di San Martino hanno provveduto a restituire ai legittimi proprietari al fine di escludere disagi o problemi per le procedure burocratiche per la duplicazione dei documenti.

Per quanto riguarda invece viabilità, sicurezza e abusivismo, la polizia municipale (che poteva contare su circa 30 agenti, grazie anche a rinforzi provenienti da altri comuni) non ha registrato particolari problematiche se non temporanei rallentamenti del traffico dovuti alla straordinaria affluenza di pubblico. Circa 70 addetti Hera, attivi dalle 2 alle 6 del mattino, si sono infine occupati della raccolta dei rifiuti e della pulizia di strade, marciapiedi e piazze. Un lieve miglioramento si è ottenuto anche nella raccolta differenziata, nonostante le difficoltà date dal grandissimo afflusso di pubblico.