Imola

Parco Acque Minerali: il Comune cerca un gestore per l'area ristoro

C'è tempo fino al 21 dicembre per presentare l'offerta. L'assessore: “Dovevamo assolutamente invertire la tendenza che ha visto negli ultimi anni bandi di gestione annuale"

Parco Acque Minerali: il Comune cerca un gestore per l'area ristoro
| Altro
N. Commenti 0

22/novembre/2018 - h. 16.46

IMOLA - Area Blu ha avviato una indagine esplorativa, volta a verificare la sussistenza dell’interesse, da parte di operatori economici, alla riqualificazione, gestione e valorizzazione della zona ristoro del Parco Acque Minerali, di proprietà del Comune di Imola. L’apposito ‘avviso esplorativo’ è stato pubblicato nei giorni scorsi sul sito di Area Blu e all’albo pretorio del Comune di Imola. Area Blu precisa che “l’avviso è finalizzato esclusivamente alla ricezione, da parte di Area Blu, di eventuali manifestazioni di interesse, con la conseguenza che l’avviso stesso non assume alcuna valenza vincolante per Area Blu”. C'è tempo fino al 21 dicembre.

“Dovevamo assolutamente invertire la tendenza che ha visto negli ultimi anni bandi di gestione annuale, pubblicati a stagione ormai iniziata, senza dare la possibilità al gestore di programmare l'attività. Con questa manifestazione di interesse, si offre una lunga prospettiva di gestione, una riqualificazione dell'intera area e un congruo tempo alle potenziali aziende interessate. L'obiettivo finale è quello di ampliare i servizi e le attività che si svolgono nel parco più importante della città, restituire alla cittadinanza un'area chiusa da molto tempo, stabilizzare la gestione per permettere all'operatore economico investimenti sostenibili” spiega Maurizio Lelli, assessore allo Sport e grandi eventi, con delega al Parco Acque Minerali

Le manifestazioni di interesse che perverranno ad Area Blu “avranno quale unico scopo quello di evidenziare ad Area Blu la sussistenza, da parte di operatori del settore, di un interesse (e della conseguente disponibilità) alla successiva formulazione di proposte operative, anche nelle forme del partenariato pubblico – privato, finalizzate alla ristrutturazione, gestione e valorizzazione dell’opera di cui trattasi. Con il presente avviso non è dunque indetta alcuna procedura di gara, trattandosi di una mera indagine conoscitiva”. In allegato all’avviso esplorativo Area Blu fornisce la documentazione per rendere noto lo stato attuale dei manufatti oggetto dell’avviso stesso.

Tra i criteri c'è l'obbligo di garantire l'apertura del bar nei mesi da maggio a settembre e nei weekend di marzo, aprile e ottobre. Tra gli obiettivi che saranno valutati, lo svolgimento di intrattaneimenti musicali e non, la riqualificazione dell’area ex vivaio ed ex casa del custode con attività prevalentemente indirizzata verso i giovani e le famiglie; una sinergia con gli eventi dell'autodromo, l'organizzazione di un e un campeggio di supporto ai grandi eventi in autodromo nell’area parcheggio;. altre forme di gestione che l’offerente dovesse ritenere congrue al miglior utilizzo e valorizzazione dell’area.