Rimini

Ritrovato morto il cacciatore scomparso, i cani lo hanno vegliato una settimana

L'uomo è stato vittima di un tragico incidente: si è ferito mortalmente inciampando nel tentativo di raccogliere un volatile

Ritrovato morto il cacciatore scomparso, i cani lo hanno vegliato una settimana

Il ritrovamento del cadavere

| Altro
N. Commenti 0

27/novembre/2018 - h. 18.11

E' inciampato e un tronco ferendosi in modo fatale. Il corpo di Giovanni Succi, il cacciatore di Santarcangelo scomparso da mercoledì scorso, è stato trovato nel pomeriggio di oggi, poco dopo le 12, a Poggio Toriana in località Le Bruciata. A rinvenire il cadavere del 68enne è stata l'unità  cinofila specializzata nella ricerca di cadaveri e tracce ematiche del Nucleo Cinofili Carabinieri di Bologna, impegnati da stamattina nelle ricerche dell'uomo.

Si trovava in un'area limitrofa al fiume Uso. E' stato trovato grazie ai pastori tedeschi “Askan” e “Simba”, tra arbusti e rovi, il suo cadavere era vegliato dai suoi due cani Breton, mamma e figlia, affezionatissime al 68 enne. I carabinieri hanno dovuto prenderle in braccio per separarle dal cadavere dell'uomo. Il cacciatore esperto conoscitore della zona, stringeva ancora in mano un volatile appena cacciato che, probabilmente, era andato a recuperare in mezzo ad una fitta vegetazione dopo averlo colpito. 

Sul posto sono arrivati i Carabinieri della Compagnia di Novafeltria avvisati dai colleghi cinofili e il Comandante Provinciale  Giuseppe Sportelli che ha disposto accurati rilievi tecnici da parte della squadra rilievi del Reparto Operativo Nucleo Investigativo di Rimini. Vicino ai piedi del cacciatore vi era un tronco in cui, con ogni probabilità, ha inciampato e si è procurato lo squarcio nel collo che ha causato la sua morte, ferendosi con il fucile al collo.

Termina quindi in maniera tragica la ricerca di Giovanni Succi, coordinata dalla Prefettura di Rimini che ha visto protagonisti centinaia di persone in questi 6 giorni di ricerche e l’impiego di Carabinieri, Vigili del Fuoco, Soccorso Alpino, Croce Rossa e moltissime altre associazioni di volontariato, cacciatori amici dello scomparso, la sua famiglia e cittadini della zona. Il PM di turno, dott. Marino Cerioni ha disposto l’esame autoptico e la salma e stata trasferita all’obitorio dell’ospedale civile di Rimini.