Bologna

Con un amico stuprò e rapinò una donna: il fatto dieci anni fa, rintracciato in aeroporto e portato in carcere

L'uomo è un marocchino di 32 anni. Fu condannato nel 2012 ma fece perdere le sue tracce. Deve scontare 5 anni e 8 mesi di reclusione

Con un amico stuprò e rapinò una donna: il fatto dieci anni fa, rintracciato in aeroporto e portato in carcere
| Altro
N. Commenti 0

01/dicembre/2018 - h. 12.23

BOLOGNA - Nella giornata del 29 novembre 2018, la Polizia di Stato ha eseguito un rintraccio ed identificazione di Abdrerrhamane Moussaid, cittadino marocchino di 32 anni atterrato all’Aeroporto Guglielmo Marconi di Bologna e proveniente da Casablanca (Marocco).  Il soggetto, in possesso di passaporto marocchino e visto Schengen per motivi turistici, dal controllo in banca dati è risultato positivo dover scontare la pena detentiva di anni 5 mesi 8 giorni 6 di reclusione.

Tale pena, seguente a sentenza divenuta definitiva nel 2012, è relativa ai reati di violenza sessuale di gruppo, rapina in concorso, lesioni aggravate, commessi dal cittadino marocchinoil 18 dicembre di dieci anni fa a Crespellano ai danni di una donna di nazionalità albanese.

La donna, infatti, riferì che quella sera era stata avvicinata da un ragazzo straniero con il quale contrattava una prestazione sessuale. Il ragazzo, una volta caricata a bordo della sua vettura,è uscito dalla stessa con una scusa ed ha aperto  improvvisamente il portabagagli. Da qui usciva un secondo uomo straniero che, assieme al complice, ha costretto la vittima ad un rapporto sessuale. Dopo la violenza, i due uomini hanno rapinato la ragazza dei suoi pochi averi, compresa la fede nuziale, per poi fuggire.  Una volta accertata l’identità del cittadino marocchino, lo stesso è stato portato in carcere.