Riccione

L'aula magna del Leon Battista Alberti intitolata a Marco Simoncelli

Consegnato il diploma del pilota al padre, Paolo. "Studente meticoloso e in gamba, che si preparava con estrema precisione, allo stesso modo in cui era solito affrontare anche le gare in moto"

L'aula magna del  Leon Battista Alberti intitolata a Marco Simoncelli
| Altro
N. Commenti 0

06/dicembre/2018 - h. 15.23

RIMINI - Paolo Simoncelli, accompagnato dall'ex fidanzata di Marco, Kate Fretti, non ha trattenuto l'emozione nel ritirare il diploma del figlio, prematuramente scomparso, al termine della commovente cerimonia che si è svolta ieri all'Istituto Leon Battista Alberti di Rimini, durante la quale è stata dedicata l'Aula Magna dell'istituto al compianto ex allievo e grande campione di motociclismo. 

Marco Simoncelli, diplomatosi all'Alberti con 81 centesimi nel 2006, resta ancora nei cuori di tutti, professori e compagni: il padre Paolo ha colto l'occasione di ieri per ringraziare l'istituto anche per aver aiutato Marco a recuperare in breve tempo i suoi crediti, grazie ad uno staff ricco di umanità e competenza, e ha ricordato il figlio come uno studente meticoloso, preparato, sempre amichevole e disponibile con tutti.  Il pilota è stato ricordato con molto affetto da tutti come uno studente meticoloso e in gamba, che si preparava con estrema precisione, allo stesso modo in cui era solito affrontare anche le gare in moto, come raccontano i suoi team manager. Un ragazzo che si faceva volere bene da tutti, compagni, insegnanti e bidelli, e che aveva un senso profondo della famiglia. L’Istituto ha avuto come studenti anche altri motociclisti, come Pasini, Roccoli, De Angelis, Tamburini e Spedale. 

La cerimonia, condotta da Andrea Cicchetti, dopo i saluti della dirigente scolastica dell'Istituto Dott.ssa Alberta Fabbri, ha visto susseguirsi gli interessanti e coinvolgenti interventi degli ospiti: il docente dell’Istituto Ing. Roberto Rossi ha tracciato la storia dell’Alberti, che conta ormai 125 anni di attività, Sigfrid Stohr, ex pilota di F1 e titolare della scuola di pilotaggio Guidare e Pilotare, ha  raccontato l'attitudine speciale ed unica dei romagnoli nei confronti delle due ruote, Livio Lodi, Curatore del Museo Ducati, ha raccontato divertenti aneddoti personali della sua amicizia con Paolo Simoncelli, e a seguire sono intervenuti anche Mattia Morolli, Assessore alla Scuola e Politiche Educative del Comune di Rimini, Mirco Muratori, Vicepresidente della Provincia di Rimini, Domenica Spinelli, Sindaco del Comune di Coriano, Prof. Giovanni Paolo Rossetti, ex DS dell'Istituto.

Grande partecipazione anche da parte degli altri piloti di motociclismo, allievi ed ex allievi dell’Istituto Alberti: Alex De Angelis, Enea Bastianini, Mattia Pasini, Manuel Poggiali, William De Angelis, Massimo Roccoli, Stefano Manzi, Matteo Ferrari; gli studenti Kevin Vandi, Luca Bernardi, Andrea Corallo, Kevin Zannoni, Mattia Casadei e Elettra Marini del Corso Meccanico. L’iniziativa si è conclusa con una visita guidata alle officine meccaniche dell’Istituto, dove è stato possibile vedere anche la moto da cross che Marco Simoncelli usava per i suoi allenamenti, e a seguire un buffet per tutti i partecipanti.

Proprio l’estate scorsa l’Istituto ha avuto un suo corner nell’area Heritage all’interno del WDW 2018 svoltosi presso il World Misano Circuit intitolato a Marco Simoncelli. In occasione del più famoso e prestigioso raduno motociclistico monomarca del mondo, gli organizzatori, insieme al Museo Ducati, hanno voluto coinvolgere anche l’Istituto Alberti. Fondato nel 1882, a partire dagli anni ’20 l’Istituto ha offerto corsi per Motoristi, Montatori per Aviazione, per Motori Marini e per Trattrici Agricole. Oggi l’Istituto Professionale riminese rappresenta uno dei centri nevralgici all’interno della “Motor Valley” per la preparazione dei giovani appassionati di motociclismo.