Imola

Bilancio partecipativo: 15mila euro dalla Regione

Il progetto del Comune di Imola dal titolo “Frazioni al Centro”, giunto al 21esimo posto e beneficiario del contributo

Bilancio partecipativo: 15mila euro dalla Regione

L'assessore Ina Dhimgjini

| Altro
N. Commenti 0

07/dicembre/2018 - h. 17.56

IMOLA - Il Comune di Imola ha ottenuto un finanziamento di 15.000 euro dalla Regione Emilia Romagna, per il progetto “Bilancio partecipativo: strategie per una governance condivisa delle risorse”. Il progetto, predisposto dall’assessorato alla Partecipazione, con un costo complessivo di euro 21.430, si è classificato al 5° posto in graduatoria, con il secondo punteggio sulla qualità, nel bando 2018 previsto dalla Legge regionale 15/2018, sui 28 progetti presentati complessivamente.

Ogni anno, infatti, nell’ambito della “Legge regionale sulla partecipazione all’elaborazione delle Politiche pubbliche”, la Regione Emilia Romagna stanzia contributi per sostenere le Amministrazioni e i cittadini nello sviluppo di progetti partecipativi. Nel complesso, tra il 2012 e il 2017 la Regione ha finanziato 122 progetti su 445 presentati, per un totale di 1.761.060 euro di contributi erogati a beneficio delle realtà locali. 

Nell’edizione 2017 del bando, sono stati 59 i progetti presentati e 29 quelli finanziati tra i quali anche il progetto del Comune di Imola dal titolo “Frazioni al Centro”, giunto al 21° posto e beneficiario di un contributo di 15.000 euro. 

 “Siamo orgogliosi del risultato raggiunto perché  pone le basi per lavorare su uno degli obiettivi più importanti e sfidanti, quale il bilancio partecipativo, per un ente locale è testimonianza del grande impegno che non solo ci ha visti coinvolti sino ad oggi ma che ci vedrà coinvolti anche per il futuro. Tra l'altro quello del bilancio partecipativo è uno dei punti fondamentale dell'attuale programma di governo locale” sottolinea l'assessore al Welfare, Ina Dhimgjini.

“Ringrazio - conclude l'assessore Ina Dhimgjini - sia gli uffici che tutte le realtà imprenditoriali, nonché gli organismi rappresentativi delle stesse sul nostro territorio, perché hanno aderito con entusiasmo al percorso in essere ed hanno già cominciato un confronto costante con l’Amministrazione comunale, finalizzato a creare strumenti utili alla cittadinanza a livello trasversale di sviluppo sociale del contesto imolese”.