Riccione

Non è in regola con la tassa sui rifiuti: il Comune chiude il Cocoricò

Per tre mesi la licenza del locale è sospesa per non aver pagato la Tari. Coinvolto anche un altro locale: lo Yellow Factory

Non è in regola con la tassa sui rifiuti: il Comune chiude il Cocoricò
| Altro
N. Commenti 0

17/dicembre/2018 - h. 17.53

RICCIONE - Il Comune ha sospeso la licenza del Cocoricò e dello Yellow Factory perché non in regola con la Tari. Lo scrive in una nota l'amministrazione comunale: "Nell’ambito delle attività di recupero dell’evasione della TARI, la tassa comunale sui rifiuti, e in considerazione delle nuove previsioni del Regolamento approvate in consiglio comunale nello scorso settembre, sono stati emessi i primi provvedimenti relativi ai locali di pubblico spettacolo inadempienti". 

L’integrazione al Regolamento "consente infatti di avere ulteriori strumenti per la lotta all’evasione e l’applicazione di relative sanzioni tra cui la sospensione della licenza nei confronti degli esercizi pubblici e locali di pubblico spettacolo. Il servizio SUAP (Sportello Unico Attività Produttive) del Comune di Riccione ha così applicato le previsioni dell’art.57 comma 4 del Regolamento per la gestione dei rifiuti con cui si stabilisce per i soggetti inadempienti l’apertura di un procedimento la cui violazione, alla scadenza dei termini, può comportare la sospensione dell’attività fino a tre mesi". Provvedimento che ora è stato applicato ai due locali.