Cesenatico

Torna il cinema in città: dal 28 dicembre ogni weekend proiezioni al Palazzo del Turismo

Si chiamerà “Cinema Rex” in omaggio alla celebre scena del capolavoro di Federico Fellini “Amarcord”, in cui l’intera comunità del paese si radunava per assistere al passaggio del transatlantico

Torna il cinema in città: dal 28 dicembre ogni weekend proiezioni al Palazzo del Turismo
| Altro
N. Commenti 0

22/dicembre/2018 - h. 14.04

CESENATICO - Dal 28 dicembre fino alla prossima primavera, per tutti i fine settimana, la sala convegni del Palazzo del Turismo di Cesenatico diventerà un cinema a tutti gli effetti con proiezioni di film recenti per un pubblico variegato. Si chiamerà “Cinema Rex” in omaggio alla celebre scena del capolavoro di Federico Fellini “Amarcord”, in cui l’intera comunità del paese si radunava per assistere al passaggio del transatlantico Rex, a testimonianza  di come un grande spettacolo abbia il potere di unire le persone e creare il senso di comunità ed essere contemporaneamente un momento di svago. Questo è anche lo scopo del cinema, un’ attrattiva che attualmente a Cesenatico non c’è e che l’Amministrazione Comunale, in collaborazione con Sputnik Cinematografica e Coop. Stabilimenti Balneari Cesenatico, ha deciso di realizzare all’interno del Palazzo del Turismo in viale Roma, che per l’occasione si trasformerà in un vero e proprio cinema con sistema digitale 2k di nuova generazione.

Le prime proiezioni sono previste il 28, 29 e 30 dicembre, eccezionalmente ad ingresso gratuito, e i titoli in programma sono due successi cinematografici del momento. Alle ore 16:45, per tutte e tre le giornate, verrà proiettato il film di animazione del 2018 per bambini “Gli incredibili 2”, incentrato sulle vicende di un'insolita famiglia di supereroi, prodotto dalla Pixar Animation Studios. Alle ore 21.15, in tutte e tre le serate, sarà la volta invece di successo recentissimo, “Bohemian Rhapsody”, diretto nel 2018 da Bryan Singer, che ripercorre la storia dei primi quindici anni del gruppo rock dei Queen, dalla nascita della band nel 1970 fino al concerto Live Aid del 1985.

Il calendario delle proiezioni, ad ingresso a pagamento (intero € 5,00, ridotto € 3,00) prosegue nel week-end dell’Epifania, con una prima visione tutt’ora in programmazione nelle sale cinematografiche nazionali, “Il ritorno di Mary Poppins”, remake del classico film della Disney del 1964, con Emily Blunt e Meryl Streep e la regia di Rob Marshall. La pellicola si replica alle 16:45 e alle 21:15 venerdì 4 gennaio e domenica 6 gennaio, mentre sabato 5 gennaio ci sarà solo la visione serale delle ore 21:15.

Il “Cinema Rex” proseguirà fino alla primavera, con seconde visioni in programma ogni venerdì, sabato e domenica alle ore 21.15 e film per famiglie il pomeriggio della domenica alle ore 16.45.

Il Presidente di Sputnik Cinematografica Alan Angelini dichiara: “Con il contributo determinante del Comune di Cesenatico e della Coop. Stabilimenti Balneari Cesenatico,  che ha sostenuto l’apertura  del “Cinema Rex” con la prima proiezione gratuita, forte dell’esperienza della rassegna ‘Cinemare’ dell’inverno scorso, siamo riusciti a realizzare questo ambizioso progetto. La scelta è caduta su film recenti  e di successo, sia per quanto riguarda le proiezioni serali che per quelle pomeridiane”.

“Dopo molto tempo – esordisce il Sindaco Matteo Gozzoli – torna in maniera stabile il cinema a Cesenatico all’interno del Palazzo del Turismo. L’esperienza dell’inverno scorso, in collaborazione con la Cooperativa Stabilimenti Balneari ci aveva fatto capire, ancora di più che la nostra comunità aveva bisogno di ritrovare uno spazio culturale e di intrattenimento perso da ormai troppi anni. Grazie all’impegno economico dell’amministrazione comunale, a quello di Sputnik Cinematografica e alla collaborazione con Cooperativa Stabilimenti Balneari torna la magia del cinema e tutto ciò avviene nel periodo natalizio e con un richiamo evocativo alla magia di Fellini. L’augurio è che il nuovo Cinema Rex riunisca la nostra comunità e torni a far stupire e sognare gli adulti e i bambini proprio come l’omonimo Transatlantico.”