Rimini

Ruba auto ed investe proprietario, arrestato con l'accusa di tentato omicidio

La Polizia è riuscita a bloccare l'uomo, un 20enne italiano, di origini slave residente in città, dopo un lungo inseguimento

Intervenuta la polizia davanti alla stazione

Fotoarchivio

| Altro
N. Commenti 0

04/gennaio/2019 - h. 12.24

RIMINI - Tentato omicidio, furto e resistenza a pubblico ufficiale: sono le accuse per un 20enne italiano, di origini slave e residente a Rimini, arrestato ieri pomeriggio dalla polizia di Stato dopo un inseguimento. Alla guida di una Fiat monovolume, rubata dopo aver tentato di investire e ferito il proprietario, il 20enne non si era fermato all'alt dei poliziotti, fuggendo a tutta velocità verso la Superstrada di San Marino. Con una serie di inversioni a 'u', sbattendo contro le auto parcheggiate, passando con il rosso a tutti i semafori e rischiando un gran numero di incidenti, è stato bloccato dagli agenti delle volanti in via della Gazzella, a Rimini, dopo una una ventina di minuti. Intorno alle 19.30, il 20enne aveva rubato l'auto, lasciata dal proprietario, un 52enne riminese, aperta e con il motore acceso.