Riccione

Corretto uso del seggiolino: controlli rafforzati sulle strade

Lo promette l'assessore Elena Raffaelli. Nel 2018 sono state elevate 111 sanzioni. Secondo alcuni dati nazionali il 40% dei genitori non usa l'apposito presidio per i bambini

Corretto uso del seggiolino: controlli rafforzati sulle strade
| Altro
N. Commenti 0

08/gennaio/2019 - h. 14.09

RICCIONE - Un'attenzione particolare ai seggiolini e alle cinture di sicurezza sulle strade di Riccione. Questo l'impegno del Comune: "Con il nuovo anno riprenderanno le campagne mirate dedicate alla sicurezza stradale - afferma l’assessore Elena Raffaelli -, una prima azione di prevenzione e repressione sarà dedicata alle violazioni degli automobilisti che non utilizzano cinture di sicurezza e seggiolini per bambini. Per garantire l’incolumità dei nostri ragazzi intendiamo mettere in campo ogni mezzo. Prima c’è la legge, ma subito dopo ci sono le istituzioni che, con le forze dell’ordine, debbono garantirne il rispetto. Per questi motivi ho scelto da inizio legislatura di calendarizzare delle settimane di sensibilizzazione verso i cittadini, che non fossero spot, ma progetti continuati nel tempo. L’amministrazione si muove come il buon padre di famiglia, richiamando al dovere e al rispetto della legge e del codice stradale per assicurare a tutti una vita in serenità. Partiremo così da controlli specifici sulle strade e davanti alle scuole che, con la ripresa dell’anno scolastico dopo la pausa natalizia, tornano ad essere particolarmente frequentate dai genitori durante gli orari di inizio e fine attività scolastiche. Evitare infatti ogni distrazione e trattare con la massima attenzione i nostri bambini, significa non solo abituarli fin da piccoli alle cinture allacciate per non metterne a repentaglio la sicurezza, ma anche dare l’esempio ed abituarli da grandi al rispetto delle regole”.

Nel 2018 durante le campagne della Polizia Locale per verificare il corretto uso delle cinture di sicurezza, con particolare riferimento ai seggiolini per i più piccoli, sono state elevate 111 sanzioni. Anche nella campagna in procinto di partire, oltre ai consueti controlli giornalieri, verranno predisposte apposite pattuglie di fronte alle scuole. I dati del Ministero dei Trasporti e dell’Istituto superiore di sanità indicano che, su scala nazionale, il 40% dei genitori non usa il seggiolino. La legge introdotta nel 2017 ha innalzato gli standard di sicurezza prendendo come riferimento l’altezza anzicchè il peso del bambino. Nel caso di violazione, se il bambino in auto non è sul seggiolino, è prevista la decurtazione di 5 punti dalla patente e una sanzione da 80 a 323 euro. Nei casi di recidiva, dopo due sanzioni nell’arco di due anni, scatta la sospensione della patente per un periodo tra 15 giorni e 2 mesi.

“ Il nostro intento non è quello di sanzionare – prosegue l’assessore Raffaelli – ma far rispettare le regole nell’interesse, prima di tutto di conducente e passeggeri. Ricordo che oltre il 90% degli incidenti è causato da una infrazione, prima tra tutti l’eccesso di velocità. Ecco perche sul tema della sicurezza stradale siamo fortemente impegnati, con interventi che vanno dalla campagne mirate della Polizia Locale, ad opere strutturali come interventi di messa in sicurezza delle strade. Penso ai continui e programmati lavori di asfaltatura e alla realizzazione di spartitraffico come il caso di via Castrocaro con la nuova isola salvagente che consente agli studenti di attraversare la strada in completa sicurezza e impedisce che auto e scooter sorpassino durante gli orari di punta i cui circolano i bus di linea”.