Forlì

L'armamentario del ladro in auto: trio di albanesi intercettato dalla polizia

Avevano torce, cacciaviti, guanti, passamontagna. Uno di loro, inoltre, aveva precedenti per furto con scasso e furto in abitazione.

L'armamentario del ladro in auto: trio di albanesi intercettato dalla polizia
| Altro
N. Commenti 0

18/gennaio/2019 - h. 13.28

FORLì - Sorpresi con strumenti da scasso, arnesi atti a offendere e droga. Per questo motivo tre persone sono finite dei guai. Il trio è stato sopreso dalla polizia alle 4 di notte su viale Salinatore. Incrociando la polizia, l'auto su cui viaggiavano i tre ha fatto una manovra che ha insospettito gli agenti. Erano circa le 4 di notte quando la polizia ha proceduto al controllo. Si trattava di un trio di albanesi provenienti dalla zona di Faenza, uno di loro aveva il divieto di reingresso sul territorio nazionale, per questo per lui è scattato l'arresto mentre gli altri due sono stati denunciati.

La polizia ha infatti trovato in auto  torce, cacciaviti, guanti, passamontagna. Uno di loro, inoltre, ha precedenti per furto con scasso e furto in abitazione. Gli altri due, invece, ad un primo controllo sembravano incensurati. Tutti quanti sono stati portati in Questura, dove da una più approfondita perquisizione dell’auto sono staltati fuori anche 20 grammi di marijuana ed alcune bustine in cellophane, nascosti in un anfratto del vano abitacolo.

La procedure di identificazione hanno consentito poi di verificare che uno dei due giovani che al primo controllo su strada era risultato incensurato, in realtà era una persona già conosciuta in Italia: le sue impronte digitali hanno rivleato infatti che sotto diverso nome, nell’agosto del 2017, era stato accompagnato alla frontiera per essere espulso verso l’Albania, con divieto di reingresso. A suo carico anche qualche precedente per droga. Per la violazione del divieto di reingresso è scattato quindi l’arresto immediato. Gli altri due, dopo le formalità del caso, sono stati invece denunciati in stato di libertà per  porto di strumenti da scasso, di arnesi atti ad offendere, ricettazione e possesso di sostanza stupefacente in concorso, reati dei quali anche l’arrestato si troverà in futuro a rispondere.