Previdenza

In pensione a quota cento: l'Inps chiarisce i requisiti

L'istituto ha spiegato anche come funziona "opzione donna": almeno 58 anni di età per le dipendenti e anzianità contributiva minima di 35 anni

In pensione a quota cento: l'Inps chiarisce i requisiti
| Altro
N. Commenti 0

30/gennaio/2019 - h. 10.29

Andare in pensione con quota 100: ecco come fare. A chiarirlo è l'Inps che ha pubblicato le istruzioni per chi desideri la pensione anticipata. Secondo quanto scrive l'istituto pensionistico, è possibile accedere alla cosiddetta "quota cento"  al raggiungimento, nel periodo compreso fra il 2019 e il 2021, di un'età anagrafica non inferiore a 62 anni e di un'anzianità contributiva non inferiore a 38 anni, anche cumulando i periodi assicurativi non coincidenti presenti in due o più gestioni fra quelle indicate dalla norma ed amministrate dall'Inps. Il diritto alla decorrenza del trattamento si consegue "trascorso il periodo previsto per l'apertura della cosiddetta finestra, diversificata in base al datore di lavoro ovvero alla gestione previdenziale a carico della quale è liquidato il trattamento pensionistico". Per i lavoratori del settore privato tre mesi, per i lavoratori del pubblico sei mesi. 

Per quanto riguarda la pensione anticipata, è possibile accedere al raggiungimento della stessa, tra il 2019 e il 2026 di un'anzianità contributiva non inferiore a 42 anni e 10 mesi per gli uomini e 41 anni e 10 mesi per le donne, conseguendo il diritto alla decorrenza del trattamento pensionistico trascorsi tre mesi dalla maturazione del predetto requisito". Ciò significa, nella sostanza, che non sarà necessario avere 43 anni e un mese di contributi ma basteranno 42 anni e 10 mesi e poi aspettare tre mesi per la decorrenza della pensione.

Come avere la cosiddetta opzione donna? Vi è possibile accedere al raggiungimento, entro il 31 dicembre 2018, di un'anzianità contributiva non inferiore a 35 anni e un'età anagrafica non inferiore a 58 anni, se lavoratrici dipendenti, ed a 59 anni, se lavoratrici autonome, con il sistema di calcolo contributivo, conseguendo il diritto alla decorrenza del trattamento pensionistico trascorsi 12 mesi per le lavoratrici dipendenti e 18 mesi per le autonome dalla maturazione dei requisiti.

Alla pensione anticipata per i lavoratori precoci è possibile accedere al raggiungimento, nel periodo compreso fra il 2019 e il 2026, di un'anzianità contributiva non inferiore a 41 anni, conseguendo il diritto alla decorrenza del trattamento pensionistico trascorsi tre mesi dalla maturazione del requisito prescritto.