Rimini

Traffico di cuccioli di cane tra Italia e Slovacchia: eseguite sette misure cautelari

Le ipotesi di reato sono quelle di truffa, falsificazione dei documenti veterinari delle vaccinazioni e il maltrattamento di animali

shitzu
| Altro
N. Commenti 0

07/febbraio/2019 - h. 18.19

RIMINI - Si chiama Luxury dog l'operazione che ha portato alla luce un traffico illegale di cani dalla Slovacchia, con guadagni per oltre un milione di euro. Il traffico è stato scoperto e smantellato dalla polizia di frontiera di Rimini che ha eseguito sette misure cautelari, di cui tre arresti di mandato europeo, e 13 perquisizioni. Cento i cuccioli sequestrati. Interessante le province di Milano, Alessandria, Bergamo, Savona, Napoli oltre che a quella romagnola. 

Le ipotesi di reato sono quelle di truffa, falsificazione dei documenti veterinari delle vaccinazioni e il maltrattamento di animali.L ’operazione ha interessato il territorio nazionale e la Repubblica Slovacca e, come da disposizioni della Procura della Repubblica di Rimini, è stata eseguita con il coordinamento della squadra mobile riminese in collaborazione col servizio di cooperazione internazionale di Polizia, Sirene, di due Team EnFAST (Rete Europea delle Unità Ricerche Attive Latitanti) e ddi varie squadre mobili coadiuvata dalle guardie ecozoofile di “Fare Ambiente”.

Enpa annuncia che sarà parte civile nel processo contro “questi criminali che hanno movimentato migliaia di animali, lucrando sulle loro vite. In caso di condanne, auspichiamo esse siano esemplari”. E, in ogni caso, continua la Protezione animali, è “necessario affrontare il problema alla radice: fermare le compravendite di animali, anche quelle ammesse dalla legge, prevedendo soltanto il sistema delle adozioni”. Esempi di questo genere ne sono venuti di recente dall’estero, ne abbiamo scritto su 24zampe.