Mobilità

Al lavoro in bici: boom di domande già al primo giorno a Cesena. Ora Ravenna potrebbe seguire l'esempio

Nella città dei mosaici approvato un ordine del giorno per chiedere di accedere al fondo. Per Cambiamo Marcia in mezza giornata sono state fatte 114 richieste di contributo

Al lavoro in bici: boom di domande già al primo giorno a Cesena. Ora Ravenna potrebbe seguire l'esempio
| Altro
N. Commenti 0

01/marzo/2019 - h. 18.26

Già 118 persone in meno di 14 ore hanno fatto richiesta al Comune per avere gli incentivi utili ad andare al lavoro in bicicletta. La seconda edizione dell'iniziativa lanciata lo scorso anno è partita a mezzanotte del primo marzo. Si chiama sempre "Cambiamo Marcia" e mette a disposizione un incenvito pari a 25 cent a chilometro percorso  per chi decide di raggiungere in bici il proprio posto di lavoro o la propria scuola. La prima domanda, dice il Comune, è arrivata cinque minuti dopo la mezzanotte. 

“Una così alta partecipazione già nelle prime ore – commentano soddisfatti il Sindaco Paolo Lucchi e l’Assessore alle Politiche Ambientali Francesca Lucchi – va oltre alle nostre più rosee aspettative, ed è un bellissimo segnale: ci dice che tanti a Cesena sono pronti a ‘cambiare marcia’, rinunciando all’auto per spostarsi in bicicletta. Del resto, questo è l’obiettivo per il quale lavoriamo da tempo, mettendo in campo impegno e risorse: la sfida è di cambiare tutti insieme mentalità e abitudini, per il bene dell’ambiente in cui viviamo e, quindi, di noi stessi”. L’alta adesione delle prime ore non deve scoraggiare: per far domanda di partecipazione, infatti, c’è tempo fino al 10 marzo. Le candidature vanno presentate on line, utilizzando l’apposito modulo pubblicato sul sito del Comune. La graduatoria sarà stilata  sulla base dell’ordine di arrivo delle domande.

Quest’anno, oltre ai lavoratori (dipendenti o liberi professionisti), possono candidarsi anche gli studenti residenti a Cesena, purché maggiorenni. Requisito fondamentale per tutti: la volontà di modificare le proprie abitudini di spostamento, abbandonando l’auto o la moto, per impegnarsi a raggiungere il posto di lavoro o la scuola pedalando. La durata del progetto sarà di sette mesi, da aprile a ottobre, con un allungamento di due mesi del periodo di erogazione degli incentivi.

Intanto anche Ravenna potrebbe presto seguire Cesena. Un ordine del giorno depositato da La Pigna, con la consigliera Veronica Verlicchi, e sottoscritto anche dal Pd, con Lorenzo Margotti,  chiede che un'iniziativa analoga sia presa anche dal comune ravennate. "I Comuni di Cesena e Cesenatico - ricordano i due consiglieri - utilizzano fondi ministeriali del programma di Sperimentazione nazionale di modalità sostenibile". Ora si chiede alla giunta di "richiedere nel prossimo bando ministeriale le risorse economiche  nell’ambito del  programma e a  richiedere, sempre per questo obiettivo, altre risorse economiche pubbliche sia regionali che europee"