Forlì

Un fumetto per raccogliere fondi a favore di una colonia felina

Il venti per cento del crowdfunding raccolto per l'opera "la Caterva" servirà a comprare cucce, cibo e medicine per la colonia Torre del Moro gestita dall'Enpa

Un fumetto per raccogliere fondi a favore di una colonia felina
| Altro
N. Commenti 0

02/marzo/2019 - h. 11.52

FORLì -  Un fumetto per aiutare la colonia felina di Torre del Moro, gestita dall'Enpa forlivese. È pronta a sbarcare nelle librerie ‘La Caterva’, il libro illustrato che racconta le avventure dei due protagonisti a quattro zampe, Elias e Salomè, nati dalla fantasia e dall’immaginazione di Marcello e Cristina. "Una caterva di gatti" è uno dei cinque nuovi progetti dedicati al mondo degli animali, selezionati per il crowdfunding sulla piattaforma Eppela nella nuova area Pet Friends dedicata ai finanziatori dal cuore d’oro e, soprattutto, amanti del genere.

La raccolta di fondi, che ha come obiettivo 5mila euro, servirà per l’impaginazione e la stampa del libro illustrato e la sua realizzazione oltre che per la spedizione delle ricompense ai sostenitori. Il 20 per cento dell’importo donato, invece, qualora la campagna si concludesse con successo, andrà alla colonia felina di Torre del Moro gestita dall’Enpa di Forlì-Cesena, che ha necessità di cucce idonee, cibo e medicine. E chi meglio di un’orda di gatti illustrati può aiutare a raggiungere l’obiettivo?

Alle spalle del progetti ci sono Marcello, ilustratore e sceneggiatore della Caterva, scritto all’albo degli architetti, si dedica attualmente alla grafica per un’agenzia di comunicazione e Cristina, ideatrice, co-sceneggiatore e addetta alla comunicazione della Caterva, è la voce di Elias e Salomé sui profili Instagram e Facebook.
In caso di raggiungimento dell’obiettivo prefissato dai singoli progetti, che sono supportati da un kit dedicato e dalla consulenza degli advisor, Eppela mette a disposizione per ciascun progetto, magliette e un voucher spendibile in un una nota catena di pet store. Come di consueto per le piattaforme reward-based, ciascun donatore riceverà in cambio una ‘ricompensa’.