Ancona

Incidente in piattaforma, coinvolta società ravennate. Una vittima

Morto un gruista di 63 anni, Egidio Benedetto. Era molisano. Due operai dell'azienda romagnola all'ospedale, uno è grave

Incidente in piattaforma, coinvolta società ravennate. Una vittima

In crisi le aziende che lavorano nell'offshore

| Altro
N. Commenti 0

05/marzo/2019 - h. 14.58

ANCONA -  Il mezzo di una società ravennate, la Bambini Srl con sede a Marina di Ravenna specializzata, nell'offshore, è stato coinvolto nell'incidente avvenuto questa mattina al largo di Ancona, nella piattaforma Barbara F che opera a 30 miglia dalla costa. Una gru avrebbe subito un cedimento strutturale facendo finire in mare un operaio che la stava manovrando. Sul posto, dalle 8 di questa mattina, i vigili del fuoco e la guardia costiera di Ancona per la ricerca di un ferito. Il disperso è un operaio Eni di 63 anni. Il corpo è stato localizzato a circa 70 metri di profondità, ancora all'interno della cabina. Nel tardo pomeriggio è stator recuperato: la vittima è Egidio Benedetto, tecnico di origine molisana. 

Sono feriti invece due operatori della società ravennate, uno di 53 e l'altro di 48 anni, che sono stati trasportati d'urgenza all'ospedale di Ancona. L'incidente si è verificato attorno alle 7.45. Il tratto d'acqua interessato è classificato come internazionale. Secondo quanto sinora ricostruito a causare l'incidente sarebbe stato il cedimento strutturale della gru mentre trasportava un bombolone di azoto. La gru è caduta in mare con la relativa cabina di comando all'interno del quale c'era il dipendenti Eni. Nell'incidente sono rimasti feriti i due operatori della società ravennate. 

Al momento la gru e la cabina sono sostenute dai cavi di tenuta della piattaforma e sommerse a circa 30 metri di profondità. Il timore è che il gruista disperso possa essere rimasto incastrato proprio nella cabina sott'acqua.  La Procura di Ancona ha aperto un'inchiesta sull'incidente. Impegnato nelle ricerche anche un mezzo dell'Aeronautica militare.