Rimini

Tornano a circolare le immagini osé di Giulia Sarti. I colleghi solidarizzano con la deputata

Richiamo del garante della privacy ai mezzi di informazione: "Non diffondetele". La deputata riminese è ancora in attesa della decisione sulla sue espulsione dopo la cosiddetta "rimborsopoli grillina"

Tornano a circolare le immagini osé di Giulia Sarti. I colleghi solidarizzano con la deputata
| Altro
N. Commenti 0

14/marzo/2019 - h. 09.59

RIMINI - Sono tornate a circolare nelle chat di WhatsApp di deputati e giornalisti le immagini osé della deputata del Movimento 5 Stelle Giulia Sarti. La riminese, 33enne al suo secondo mandato, era finita al centro di una brutta storia di scatti rubati da mail private subito dopo la sua prima elezione, nel 2013. Proprio per ripulire il web da quelle foto assunse un perito informatico con cui ebbe poi una relazione. Lo stesso con la quale è finita a suon di denunce incrociate per la cosiddetta “rimborsopoli grillina”, esplosa lo scorso anno ma che in queste settimane potrebbe costare alla deputata l’espulsione dal partito.

Espulsione su cui in queste ore sembra esserci una frenata dai vertici del Movimento. Se Di Mano infatti era stato irrevocabile sull’opportunità di un allontanamento della deputata dal partito, dovuto al fatto che la denuncia al suo ex (essersi in sostanza intascato i soldi destinati al fondo imprese a sua insaputa) è stata ritenuta infondata dal gip e archiviata. 

La nuova puntata de Le Iene ha cambiato però lo scenario. Il fatto che siano tornate a circolare le sue foto ha portato l’intero arco parlamentare a solidarizzare con la deputata - e si torna a parlare di una legge che punisca più severamente il "revenge porn" - che nel frattempo si è auto sospesa dal Movimento 5 Stelle. Il garante della privacy Antonello Soro ha invitato poi la trasmissione di Mediaset e tutti i mezzi di informazione a non diffondere immagini private.